Messina. Cambiano ancora gli orari dei bus ATM. I sindacati: «Numerose lamentele e disagi»

Foto dei bus atmMessina. A partire da oggi cambiano nuovamente gli orari dei servizi ATM. Tali modifiche sono state pensate per andare incontro alle necessità dell’utenza, ma sembra non siano state particolarmente gradite ai sindacati, che hanno evidenziato quelle che, secondo loro, sono delle vere e proprie criticità.

Dopo un primo cambiamento, avvenuto lo scorso 16 agosto, l’Azienda Trasporti di Messina ha deciso di apportare ulteriori modifiche finalizzate a garantire il passaggio degli autobus nelle prime ore del mattino, presumibilmente per facilitare chi usa i mezzi per recarsi al lavoro, e in alcune fasce centrali della giornata.

Le modifiche riguarderanno diverse linee e comporteranno, in particolare un mutamento per quel che riguarda i capolinea: alcuni mezzi faranno andata e ritorno allo Zir, altri a Villa Dante, altri ancora all’Annunziata.

Per quel che riguarda le linee interessate ai cambiamenti di orario, si tratta delle seguenti:

  • 1-Altolia;
  • 2-Giampilieri Superiore;
  • 4/7- Briga/Galati S. Lucia;
  • 5-Pezzolo;
  • 6-S.Stefano Briga;
  • 8-Mili S.Pietro;
  • 9-Larderia;
  • 13-S.Lucia;
  • 32-S.Filippo Superiore;
  • 33-Bordonaro;
  • 35-Cumia;
  • 41-Catarratti;
  • 72-Salice;
  • 77-Marotta;
  • 79-Istituto Marino;
  • 80-Acqualadrone;
  • 81/-Sparta’.

Per quel che riguarda, invece, i capolinea: le linee 1 (Altolia) 2 (Giampilieri Superiore) 6 (S. Stefano Briga) 4/7 (Briga Sup. / Galati S. Lucia) 8 (Mili S. Pietro) 32 (S. Filippo Superiore), faranno capolinea allo Zir; la linea 35 (Cumia) avrà come capolinea Villa Dante; le linee 77 (Marotta) 79 (Istituto Marino)  81/ (Spartà) faranno capolinea all’Annunziata.

Il percorso del Tram, invece, continuerà a essere “dimezzato” coprendo la tratta dallo Zir alla Stazione Ferroviaria.

I nuovi orari, nel dettaglio, possono essere visualizzati a questo link.

La risposta dei sindacati

Come già evidenziato, questi cambiamenti del servizio ATM hanno destato preoccupazione tra le file di Filt-Cgil, Fit-Cisl e Uiltrasporti, che in una diffida indirizzata all’Azienda e all’assessore alla Mobilità, Salvatore Mondello, hanno messo il luce quelli che, secondo loro, sono i punti di debolezza di questa nuova tabella oraria sottolineando, inoltre, una presunta “politica antisindacale” della partecipata.

«Reputiamo – hanno scritto i segretari delle tre organizzazioni sindacali – che le continue modifiche al piano esercizio, resesi necessarie per porre riparo alle criticità create dalla mancata riconferma del personale autista interinale lo scorso 16 agosto, oltre a denotare evidenti lacune tecnico organizzative di questa Azienda, pongono il personale ad operare in condizioni di disagio anche in funzione delle numerose lamentele che l’utenza disorientata dai continui cambi e fortemente penalizzata da questo stato di cose riversa su chi opera front line».

A far storcere il naso ai sindacati è stata, inoltre, la mancata consultazione nel momento dell’approvazione dei nuovi turni, su cui avrebbero avuto diverse rimostranze: «Riscontriamo l’impiego non concordato di turni di servizio “spezzati” che penalizzano oltremodo il già gravoso carico di lavoro che in questi mesi il personale autista sta sopportando per garantire il servizio, e permane una mole di lavoro straordinario nei mesi Luglio e Agosto di cui l’azienda non ha voluto fornire la quantificazione nonostante le reiterate richieste di queste OOSS».

«In tale atteggiamento aziendale – hanno concluso – si intravede un evidente comportamento anti sindacale e ci riserviamo di procedere nelle sedi opportune alle denunce del caso e con la presente si chiede di convocare con urgenza la commissione “orari e turni” per porre i necessari rimedi».

(1495)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *