castellaccio, messina

Nuova vita per la Città del Ragazzo e il Castellaccio di Messina: al via le trattative

Pubblicato il alle

2' min di lettura

Acquistare l’ex Città del Ragazzo di Gravitelli e dare nuova vita al Castellaccio, antico forte di Messina oggi in stato di abbandono: è questo uno degli obiettivi della Giunta De Luca che, ieri, ha effettuato un sopralluogo nell’area per valutarne le condizioni. L’investimento per l’acquisizione dovrebbe aggirarsi intorno ai 5,5 milioni di euro.

Nata per volontà di Padre Nino Trovato nel 1949 nei pressi del Castellaccio, nel secondo dopoguerra la Fondazione Città del Ragazzo offriva una casa agli orfani di Messina e, col tempo, diede vita a tutta una serie di attività collaterali, locali, officine, tipografia, falegnameria e laboratori finalizzati a favorire l’avviamento professionale dei giovani. Anni dopo, anche la fortezza, considerata la più antica di Messina, venne assegnata alla Fondazione e diventò sede di Villa Pia, luogo di accoglienza dei bambini rimasti senza una famiglia.

città del ragazzo, gravitelli, messina

Oggi l’area, costituita da diverse palazzine e ampi spazi, è sostanzialmente abbandonata. Nel 2016, infatti, la Fondazione Città del Ragazzo cessò di esistere e le strutture passarono “nelle mani” dei commissari liquidatori. Adesso l’Amministrazione De Luca intende acquistare l’area per utilizzarla come sede di un centro socio-assistenziale polivalente. La cifra attualmente stimata per l’acquisizione dell’area di aggira attorno ai 5,5 milioni di euro.

città del ragazzo, gravitelli, messina

Nel corso del sopralluogo svoltosi ieri, il sindaco Cateno De Luca, il vicesindaco Salvatore Mondello e l’assessore Enzo Caruso hanno esaminato le condizioni dell’area per decidere il da farsi. Intanto, il lasciapassare del Consiglio Comunale c’è già, quindi non resta che aspettare l’esito delle trattative che, fa sapere il primo cittadino, sono iniziate. L’acquisto comprenderebbe anche l’ex colonia di Torre Faro.

(935)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  1. vedere i luoghi della mia, e di moltissimi altri, infanzia e sempre fonte di forti emozioni.
    Grazie al nostro sindaco per quello che sta facendo per la citta di Messina.
    ci fosse stato uno come lui tanti anni fa, sicuramente non sarei emigrato.

error: Contenuto protetto.