parcheggio torri morandi

Non solo un parcheggio, al Torri Morandi anche eventi e un museo: il progetto da 8 milioni di euro

Pubblicato il alle

3' min di lettura

Un parcheggio di interscambio, ma non solo: nei piani della Giunta De Luca c’è un progetto da quasi 9 milioni di euro per la rimessa a nuovo del Torri Morandi, che prevede anche la creazione di aree per il tempo libero e gli eventi, un polo museale, un social cafè nell’area di sosta di Torre Faro.

È online la delibera di Giunta contenente il Documento di Indirizzo alla Progettazione per la riqualificazione del parcheggio Torri Morandi di via pozzo Giudeo (a Torre Faro), passato nei mesi scorsi nelle mani del Comune di Messina. Il documento comprende tre stralci funzionali, corrispondenti a tre fasi del progetto di riqualificazione complessivo. Il primo, prioritario, è quello della sistemazione dell’area esterna per la realizzazione dei parcheggi di aree per il tempo libero e di impianti fotovoltaici destinati alla ricarica elettrica e all’illuminazione pubblica per l’importo previsto di 2 milioni di euro. L’idea è quella di utilizzare per questa prima fase i fondi PNRR (linea di finanziamento «Piani Integrati – M5C2 – Investimento 2.2), gestiti dalla Città Metropolitana di Messina.

Riqualificazione del parcheggio Torri Morandi: progetto e importi

Il Documento di Indirizzo alla Progettazione (D.I.P.) prevede diverse fasi di riqualificazione (3 stralci funzionali) dell’area acquisita con la realizzazione di un nuovo tratto di viabilità a disimpegno del villaggio Torre Faro.

Di seguito, le tre fasi e gli importi previsti dal D.I.P. dell’intervento denominato “Sistemazione esterna e parcheggi dell’area ex Enel Torri Morandi, ristrutturazione e rifunzionalizzazione degli edifici esistenti e realizzazione di nuova viabilità di collegamento, verde e servizi, fra via Pozzo Giudeo e via Torre Bianca” per un totale di 8.841.430,49 euro:

  • Fase 1) Sistemazione esterna e parcheggi area ex ENEL Torri Morandi – 2.000.000,00 di euro;
  • Fase 2) Ristrutturazione e rifunzionalizzazione dei fabbricati esistenti – 5.845.191,08 euro;
  • Fase 3) Nuova viabilità di accesso996.239,42 euro.

Le destinazioni d’uso assegnate nel progetto al Complesso Torri Morandi sono rivolte a:

  • dotare il sito di un parcheggio di interscambio, di aree per il tempo libero e di impianti fotovoltaici destinati alla ricarica elettrica e all’illuminazione pubblica;
  • creare di un polo museale a tema mare/scultura con laboratori continui e workshop space oltre ad una mostra sull’architettura del Mediterraneo;
  • ospitare salotti culturali, spazi per il merchandaising, un social cafè;
  • consentire eventi al chiuso e open-air nella stagione estiva;
  • assegnare ai fabbricati minori destinazioni: foresteria per gli autori delle opere in esposizione temporanea, alloggio per il custode, uffici, magazzini e servizi di quartiere.

(449)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Contenuto protetto.