Niente autobus nei due villaggi collinari di Cumia: disagi per studenti e anziani

BUSIl Consigliere Comunale, Domenico Guerrera, e il Presidente dell’Associazione Culturale Monte Cumia-Valle Camaro, Francesco Zaccone, denunciano l’incresciosa situazione che devono affrontare i ragazzi che risiedono nei due villaggi collinari di Cumia. «Probabilmente, per il rischio frane che incombe sulla strada o per i gravi problemi che attanagliano l’Atm, non imputabili ai lavoratori, che spesso espletano il servizio senza alcuna garanzia economica, l’autobus non raggiunge i villaggi, con la conseguenza che i ragazzi, con i libri nello zainetto, dopo vana attesa, devono fare rientro nelle proprie abitazioni o, sperare in un “passaggio” di un residente che per coincidenza, si reca nei pressi dell’istituto scolastico in cui i ragazzi dovrebbero andare a lezione». Un tale disservizio mette a rischio il diritto allo studio dei ragazzi stessi che tuttavia non sono i soli a risentirne. Infatti, quaesto disagio mette in grande difficoltà anche le persone anziane che, non avendo nei villaggi alcuna struttura di pubblico servizio, sono costrette a raggiungere il centro cittadino. Guerrera e Zaccone, pertanto, invitano il Commissario straordinario, Luigi Croce ad adottare tutti i provvedimenti necessari per rendere il servizio pubblico funzionale alle esigenze dei cittadini.

(66)

Categorie

Attualità

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *