MessinaServizi, contratti in scadenza. UilTrasporti: «De Luca ha lasciato nel limbo 140 lavoratori»

Pubblicato il alle

1' min di lettura

I contratti di 140 lavoratori a tempo determinato della MessinaServizi Bene Comune scadranno il prossimo 31 maggio e non si sa ancora se verranno rinnovati. A denunciarlo è il segretario generale di UilTrasporti Messina, Michele Barresi, che punta il dito contro la Giunta De Luca: «Le dimissioni anticipate dell’Amministrazione hanno lasciato nel limbo 140 lavoratori». A rischio, sottolinea, la continuità del servizio di raccolta differenziata porta a porta.

La Uiltrasporti chiede risposte e un intervento urgente del Commissario Straordinario del Comune di Messina, Leonardo Santoro, con l’obiettivo di far uscire dal limbo i lavoratori ed evitare potenziali disservizi: «Manca poco più di un mese – evidenzia Michele Barresi – alla scadenza (dei contratti, ndr) e occorre capire se il piano economico finanziario di MessinaServizi Bene Comune, lasciato in eredità dalla uscente amministrazione, è comprensivo delle risorse per garantire la stabilizzazione di questi lavoratori e se lo stesso è stato vagliato dal Commissario, dai revisori e dal Consiglio Comunale».

«Non vogliamo fare allarmismi – conclude il segretario di Uiltrasporti Messina –, ma occorre dare certezze sulla prosecuzione occupazionale di queste maestranze a sindacato e lavoratori in quanto sussistono condizioni giuridiche e le necessità organizzative tali da giustificare la stabilizzazione a tempo indeterminato, ma occorre fare in fretta e senza strumentalizzazioni elettorali,  per evitare anche il blocco della raccolta porta a porta in città».

(129)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Contenuto protetto.