MessinaServizi. Cateno De Luca rinnova la fiducia a Giuseppe Lombardo

Cateno De Luca rinnova la fiducia a Giuseppe Lombardo. Il Presidente di MessinaServizi aveva presentato le sue dimissioni e rimesso il suo mandato nelle mani del sindaco a causa del rinvio a giudizio per l’accusa di violazione della normativa ambientale e peculato. Il sindaco di Messina ha fatto un quadro della situazione in un post Facebook, dove sottolinea la sua ammirazione per quanto fatto per la città da Pippo Lombardo fino a questo momento.

«Ho incontrato il Presidente della MessinaServizi, Arch. Pippo Lombardo, per comprendere le ragioni dell’accusa mossa nei suoi confronti – scrive Cateno De Luca.  I fatti sono i seguenti: a seguito di una contestazione alla società MessinaServizi per un presunto reato ambientale, l’Autorità competente, preso atto che la MessinaServizi aveva già provveduto ad eliminare la situazione di irregolarità, ha notificato alla Società alcune prescrizioni che, com’è stato accertato, la MessinaServizi ha correttamente e tempestivamente ottemperato facendo venire meno ogni contestazione di reato ambientale.

In via accessoria veniva notificata al Presidente, nella qualità, e ad un dipendente, responsabile dell’impianto di Pace, una sanzione amministrativa di 6.500, 00 euro, con espressa avvertenza di indicare la denominazione della Società e la partita iva. In assoluta buona fede, il Presidente Lombardo, che gratuitamente svolge anche il ruolo di Direttore generale e sulla base delle indicazioni dell’ufficio, ha disposto il pagamento ridotto della sanzione amministrativa. In tal modo, evitando una sanzione amministrativa molto più onerosa per la Società.

Questi sono i fatti. Le eventuali responsabilità penali del Presidente Lombardo saranno accertate dal Giudice.

Al momento, ritengo doveroso rinnovare la mia fiducia a Pippo Lombardo che ha svolto l’incarico che gli ho affidato con serietà, competenza e fedeltà assoluta alla società ed all’amministrazione».

(102)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *