Messina su Whatsapp (come Milano): l’idea per una città a portata di smartphone

foto di una ragazza con uno smartphoneDare la possibilità ai messinesi di chiedere e ottenere informazioni sulla città con un semplice messaggio Whatsapp: è questa l’idea per Messina presa in prestito da Milano dal consigliere della III Municipalità (Circoscrizione) Alessandro Cacciotto.

La proposta, inoltrata all’assessore all’Informatizzazione e alla Digitalizzazione della Pubblica Amministrazione, l’ingegnere Francesco Caminiti, prevede di trapiantare a Messina un’iniziativa avviata dal Comune di Milano con la collaborazione di Facebook. In poche parole, si tratterebbe di usare un servizio “chatbot” automatizzato per fornire ai cittadini, su richiesta, tutte le informazioni di cui hanno bisogno.

«Adottare lo stesso sistema – spiega il Alessandro Cacciotto – anche nella nostra città, potrebbe, in un’era ormai digitalizzata, essere sicuramente un valido elemento di supporto informativo e propositivo per i cittadini».

Messina su Whatsapp: come potrebbe funzionare

Ma come dovrebbe funzionare? In sostanza, a Milano è stato attivato un numero, il 020202, attivo 24 ore du 24 per rispondere alle domande più frequenti dei cittadini sui servizi messi a disposizione dal Comune, sull’emergenza coronavirus, sulle ordinanze e sulle circolari del Palazzo Municipale. Una volta registrato il numero sul proprio smartphone basta inviare un messaggio tramite whatsapp con la scritta “Ciao” per attivare il servizio.

L’assistente virtuale, a questo punto, si attiva indicando una serie di opzioni tra cui scegliere per ottenere una risposta immediata:

A) Servizi di supporto alla cittadinanza;
B) Ripresa della attività economiche;
C) Servizi pubblici e luoghi di culto;
D) Spostamenti consentiti;
E) Viabilità e parcheggi;
F) Persone con disabilità;
G) Aiutare la città;
H) Informazioni sanitarie;
I) Decreti, ordinanze e circolari.

Questo stesso sistema, secondo Alessandro Cacciotto potrebbe e dovrebbe essere utilizzato anche dal Comune di Messina. Per questo motivo, il Consigliere ha inviato la propria proposta all’assessore Caminiti.

(197)

1 Commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *