Messina. La mensa scolastica si paga: abolite le esenzioni per le famiglie senza reddito

Scuola-Mensa-Scolastica«Il servizio mensa si paga» e a pagarlo saranno tutti. Questo quanto annunciato dal sindaco di Messina Cateno De Luca in materia di refezione scolastica. Saranno abolite le esenzioni per le famiglie prive di reddito, che dovranno pagare 50 centesimi a pasto.

Leggendo la delibera proposta dall’assessore alla Pubblica Istruzione Roberto Vincenzo Trimarchi, che modifica quella approvata lo scorso aprile dall’amministrazione Accorinti, si apprende che alcune esenzioni, comunque, ci saranno. Non pagheranno il servizio mensa le famiglie con almeno tre figli che ne usufruiscono contemporaneamente; lo stesso dicasi per i disabili e per gli insegnanti che svolgono funzione di vigilanza nell’orario del pasto. Per il resto, l’importo stabilito per il singolo pasto varierà dai 0,50 ai 3,50 euro, sempre in base alla fascia di reddito di appartenenza dell’alunno.

Tale provvedimento, che dovrebbe entrare in vigore a partire dall‘anno scolastico 2018/2019, è stato deciso con l’obiettivo di ridurre le spese: «Applicando le suddette modifiche tariffarie – si legge nella delibera – dovrebbero realizzarsi maggiori entrate, nella considerazione che la fascia esente rappresenta circa il 50% di tutta l’utenza fruitrice del servizio di refezione scolastica».

Il servizio mensa era stato precedentemente interrotto e, poi, riattivato tramite la delibera del 24 aprile 2018. Tale misura aveva sancito l’aggiudicazione dell’appalto alla ditta Global Service Srl – tramite procedura aperta con avviso pubblico – e prevedeva l’esenzione dal pagamento per tutte le famiglie con reddito zero.

Di seguito, il testo completo del provvedimento della Giunta De Luca.

(3478)

1 Commento

  • Antonino Campisi ha detto:

    Mi chiedo solamente come faranno a pagare le famiglie a zero reddito, provvederà De Luca di tasca sua o i bambini si mangeranno le molliche che gli altri lasceranno cadere a terra

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *