Messina, scatta il divieto di gettare i rifiuti nei cassonetti per chi è servito dalla differenziata

cassonetti e rifiuti a bordonaro, messinaPer chi abita in una zona di Messina servita dal servizio di raccolta differenziata porta a porta scatta il divieto di gettare i rifiuti nei cassonetti filo strada. Lo stabilisce la nuova ordinanza, la numero 284, firmata dal sindaco Cateno De Luca il 28 settembre 2020. Multa di 450 euro per i trasgressori.

La nuova disposizione, pubblicata sull’albo pretorio del Comune di Messina, è già in vigore visto che ne è stata disposta l’«immediata esecutività». A motivare il divieto, il fatto che: «il conferimento dei rifiuti indifferenziati, da parte degli utenti che vivono in zone servite dalla raccolta differenziata, nei cassonetti filo strada collocati nelle zone non raggiunte dal porta a porta causa un danno all’immagine del territorio oltre a rappresentare una situazione di potenziale pericolo per la salute ed il benessere dei cittadini».

Inoltre, si legge nell’ordinanza, la Polizia Municipale «ha accertato che un cospicuo numero di utenti, pur risiedendo in zone già raggiunte e fornite dal servizio di raccolta differenziata porta a porta, conferisce i rifiuti in modo indifferenziato presso i cassonetti filo strada collocati nelle zone non servite dalla Raccolta Differenziata»

In sostanza, visto che nelle strade servite dal porta a porta non ci sono più i cassonetti, alcuni residenti di queste zone conferiscono i rifiuti nei bidoni collocati in altre parti della città. I cassonetti si riempiono troppo causando un «danno all’immagine del territorio» e un «potenziale pericolo per la salute».

Da qui il divieto, così esplicitato: «È vietato per le utenze domestiche che siano servite dal servizio di Raccolta Differenziata Porta a Porta conferire e/o smaltire i rifiuti urbani presso i cassonetti filo strada che sono collocati nelle zone non ancora raggiunte dal servizio di Raccolta Differenziata».

(Foto di repertorio)

(990)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *