chiesa madonna delle lacrime, villaggio santo bordonaro messina

Messina, restyling della piazza a Villaggio Santo-Bordonaro: al via la gara da 84mila euro

Pubblicato il alle

2' min di lettura

Il restyling della piazza su cui si affaccia la Chiesa della Madonna delle Lacrime, con la collocazione di nuove panchine e il rifacimento di scalinata e pavimentazione e il posizionamento di opere scultoree in via Comunale Santo (zona Bordonaro): questo l’oggetto della gara d’appalto da oltre 84mila euro pubblicata sul sito del Comune di Messina.

Il progetto nasce da una richiesta ufficiale presentata dall’ex presidente del Consiglio Comunale, Claudio Cardile, e su indicazione della comunità parrocchiale della Chiesa Madonna delle Lacrime e dell’Associazione di Volontariato per la Protezione Civile “MariMonti”. L’obiettivo è rendere nuovamente fruibile lo spiazzo, oggi abbandonato al degrado, trasformandolo così in un luogo di aggregazione sociale, oltre che un punto di incontro di protezione civile.

La gara (una procedura negoziata con previa indagine di mercato) per la realizzazione del progetto che coinvolge la zona di Villaggio Santo-Bordonaro, è stata pubblicata mercoledì 18 gennaio sul portale appalti del Comune di Messina, il criterio di aggiudicazione è quello del prezzo più basso, l’importo a base di gara è di 84.320,76 euro. La scadenza per la presentazione delle offerte è fissata alle ore 11.00 del 2 febbraio 2023.

Cosa prevede il progetto per via Comunale Santo-Bordonaro?

In particolare il progetto prevede:

  1. riqualificare la piazzetta e l’area circostante, per diverse funzioni sociali;
  2. collocare la Statua del Santo Annibale Maria d Francia e altre due statue, fornite dalla Parrocchia Madonna delle Lacrime.

Per quel che riguarda la piazza, la relazione pubblicata sul sito del Comune evidenzia le condizioni di degrado dell’area. La pavimentazione della piazza è infatti in più punti danneggiata, così come le scalinate, dove le mattonelle sono in più punti saltate, la ringhiera e le panchine in ferro. Quindi, si intende, tra le altre cose:

  • rimuovere il materiale danneggiato;
  • rifare la pavimentazione;
  • realizzare delle scalinate d’accesso aventi una alzata e una pedata più consona;
  • posizionare nuove panchine in cls, rivestite con pietra lavica, oltre a fioriere e supporti per le Statue;
  • realizzare uno scivolo per l’uso da parte i persone diversamente abili.

Maggiori dettagli a questo link.

(598)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Contenuto protetto.