forestazione urbana, foresta, alberi

Messina punta sul “green”: approvato il Piano di Forestazione Urbana. Cosa prevede

Pubblicato il alle

3' min di lettura

Piantare nuovi alberi, riqualificare il verde già esistente e promuovere una cultura più attenta all’ambiente, creando un ecosistema che sia in grado di contrastare il cambiamento climatico in atto: è questo l’obiettivo principale del Piano di Forestazione Urbana (ForestaME) approvato dalla Giunta Municipale per 25 milioni di euro a valere sui fondi del REACT EU (15 MIO) e PO 21-27 (10 MIO). Il progetto si svilupperà su base biennale e dovrebbe vedere la piena realizzazione entro il 2023.

Un progetto che sembra stare particolarmente a cuore al vicesindaco, Carlotta Previti, e che prevede, in parallelo, un Piano di comunicazione che veda il coinvolgimento di diverse figure professionali, per i quali saranno pubblicati appositi bandi. Nello specifico, il Comune di Messina intende selezionare esperti di comunicazione e marketing, social media manager, videomaker e coinvolgere tv, radio e giornali locali. Al Piano di comunicazione saranno destinati 200mila euro.

Ma vediamo, attraverso le parole del vicesindaco Carlotta Previti, cosa prevede il progetto ForestaME: «Il progetto – spiega – si svilupperà in maniera coerente su base biennale e vedrà la piena realizzazione entro il 2023, attraverso la promozione di interventi utili per incrementare le aree verdi, con l’obiettivo di investire maggiori risorse nella riqualificazione del verde, nella messa a dimora di impianti arbustivi e floreali e soprattutto nel piano di rinnovo arboreo, come strumento per contrastare i cambiamenti climatici e contestualmente rendere più efficaci le azioni di prevenzione e contrasto degli incendi mediante una specifica gestione silvo-colturale e una migliore gestione delle piantagioni a rapido accrescimento, al fine di rendere la Città di Messina progressivamente sempre più verde e sostenibile».

«Il progetto di forestazione Urbana – precisa Previti – intende non solo piantumare alberi che possano cambiare il volto della città, attraverso la creazione di polmoni verdi, ma sarà ricreato in città l’ecosistema delle foreste con l’abbinamento dell’elemento alberato a quello dell’acqua, in modo da abbassare la temperatura della città e rilasciare ossigeno. Il progetto, grazie alla rete internazionale di cooperazione green Health and Green Spaces di cui il Comune è partner, potrà diventare una best practice internazionale con lo scopo di condividere conoscenze e esperienze sulla forestazione urbana, posizionando Messina come una città con elevati standard di qualità della vita legati al verde con la conseguente generazione di impatti positivi sulla salute dei cittadini».

 

(440)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Contenuto protetto.