mostra fotografica apollo

Messina prende vita nella mostra fotografica permanente di ApolloSpazioArte

Pubblicato il alle

2' min di lettura

Via San Filippo Bianchi da oggi è una vera galleria d’arte a cielo aperto grazie ad una mostra fotografica permanente che racconta le bellezze di Messina.  “Arreda la tua città” è l’ultima trovata dell’associazione ApolloSpazioArte. Si tratta di un‘esposizione di fotografie dedicate alla città dello Stretto che impreziosiscono gli archetti della via del centro.

Gli scatti, selezionati da Mimmo Irrera, portano il nome di Alessia Borgia, Francesco Libro, Silvio Ruvolo, Matteo Savatteri, Marcello Mento e lo stesso Mimmo Irrera. Le foto sono state fissate sui dissuasori di sosta davanti al Residence CineApollo con una lastra metallica per resistere alle intemperie.

Una mostra permanente che potrebbe essere imitata

«Riempiamo gli archetti della nostra panchina con meravigliose fotografie della nostra città», ha detto Loredana Polizzi, presidente dell’Associazione, che vorrebbe vedere quest’iniziativa ripetersi in altri punti di Messina.

«Ci auguriamo – spiega – di essere imitati affinché la nostra città possa essere di tutti e soprattutto riesca a coinvolgere tutti in idee, fantasia e voglia di fare, senza aspettare che altri facciano per noi. Il progetto comunale dà modo ai cittadini più fantasiosi di esprimere idee che rendano belli e originali gli angoli di Messina. Da anni abbiamo investito in questa città è ci auguriamo che vada sempre meglio».

Polizzi ha anche ricordato il percorso di ApolloSpazioArte, arrivata al suo quinto anno di attività. «ApolloSpazioArte nasce in quel periodo (nel 2016, ndr) grazie a una manifestazione che non ha avuto eguali, con allestimenti artistici in un’isola pedonale aperta alla città e alla creatività. Ora ci riprendiamo la strada sempre nel segno dell’arte e dell’inventiva».

Contemporaneamente all’istituzione di questa mostra fotografica di ApolloSpazioArte, dentro i locali dell’Auditoriom Fasola sono stati illustrati tre video di Mimmo Irrera ed Emilio Velletri – sempre un omaggio alla città dello Stretto – intitolati “Le fontane di Messina”, “Messina” e “Villa Cianciafara”.

L’introduzione è stata affidata al professore Franz Riccobono. Presente, a nome dell’Amministrazione comunale, anche l’assessore alla Cultura Enzo Caruso, che ha ribadito l’importanza di questi progetti alla base del “Natale della RiNascita”.

+1

(172)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Contenuto protetto.