facciata del Duomo di Messina dopo il Terremoto del 1908

Messina. Il terremoto del 1908 raccontato in 10 foto d’epoca

Pubblicato il alle

9' min di lettura

Teatro Vittorio Emanuele dopo il terremoto del 1908.

primo modello di casa antisismica
Immagine del testo “Messina prima del 1908”

Molti edifici e monumenti sono crollati o sono stati fortemente danneggiati dal sisma, ma il Teatro Vittorio Emanuele rimase praticamente intatto: «Crollò solo una parte del palcoscenico – ha chiarito Riccobono. Questo perché era stato costruito secondo le normative antisismiche dettate dai Borboni. Dopo il terremoto del 1783, che aveva distrutto tanti paesi in Calabria e danneggiato la stessa Messina, il governo borbonico varò delle leggi speciali per regolamentare le costruzioni nei territori a rischio sismico».

Di questo si occupò l’ingegnere Giovanni Vivenzio, che in quegli anni ideò un primo modello di casa antisismica.

(Foto dell’archivio di Franz Riccobono e Giangabriele Fiorentino)

(17507)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Contenuto protetto.