messina città dei vaccini

Messina, Hub Fiera diventa “La città dei vaccini”, Alberto Firenze: «Una nuova sfida»

Pubblicato il alle

3' min di lettura

Se è vero che le elezioni amministrative di Messina hanno catalizzato l’attenzione dei cittadini, è vero anche che l’Hub vaccini all’interno della Fiera non ha smesso di essere attivo; tanto da trasformarsi in “La città dei vaccini“, per continuare a parlare di prevenzione e protezione collettiva. Non solo vaccino anti-covid, quindi, ma una copertura dei livelli essenziali di assistenza, i cosiddetti LEA; ovvero quelle prestazioni e quei servizi che il Servizio sanitario nazionale (SSN) è tenuto a fornire a tutti i cittadini, gratuitamente o dietro pagamento di una quota di partecipazione (ticket).

«Vogliamo determinare ancora di più nell’ambito delle nostre attività quello che era il messaggio iniziale – ci dice il Commissario straordinario dell’emergenza Covid 19, Alberto Firenze –, intervenire sulla cultura dei cittadini per quanto riguarda la prevenzione; la vaccinazione è emblematica per la prevenzione primaria. E quindi agganciare ai vaccini Covid anche alle vaccinazionI essenziali di assistenza».

Vaccini all’Hub della Fiera

messina città dei vacciniPer poter prenotare la somministrazione dei vaccini e non solo quello anti-covid, sarà possibile utilizzare la già esistente piattaforma online; la novità saranno invece le telefonate attive effettuate dagli operatori. Si creeranno nuovi posti di lavoro? «Al momento – risponde il Commissario straordinario dell’Asp Bernardo Alagna – verranno utilizzate le risorse già presenti all’interno dell’Azienda Sanitaria Provinciale, (il “contratto covid” durerà fino al 30 giugno 2022, dopo la proroga di marzo 2022, ndr.). Abbiamo ridotto il monte ore di lavoro e riorganizzato le attività. Siamo – fa eco Firenze – particolarmente attenti alle spese». E per quanto riguarda l’utilizzo dei locali della Fiera? «Stiamo cercando di individuare una nuova sede stabile dell’Asp, dove trovare una molteplicità di vaccini».

Vaccini, prevenzione, senso civico: questi gli elementi del nuovo progetto che verrà avviato all’Hub della Fiera di Messina. «L’unico modo – aggiunge Salvatore Sidoti, Direttore della U.O.C. Sanità Pubblica Epidemiologia e Medicina Preventiva – per poter implementare i servizi è aumentare le coperture vaccinali, non tralasciando il Covid. Ci sono ancora le quarte dosi e su questo siamo un po’ indietro». Dai numeri che ci conferma il Commissario Firenze, infatti, considerando anche gli esenti, a Messina e provincia il 10% della popolazione non si è ancora vaccinata.

I centri vaccinali

Dal 6 giugno, quindi, saranno 8 i centri vaccinali a Messina e provincia che insieme alle vaccinazioni anti-covid effettueranno anche le vaccinazioni LEA, a partire dai 5 anni in su, come il vaccino anti morbillo-parotite-rosolia o papilloma. Ecco i punti vaccinali per distretto sanitario:

  • Messina: Hub Fiera;
  • Letojanni: Centro Vaccinale;
  • Milazzo: Hub Parco Corolla;
  • Barcellona Pozzo di Gotto: Centro Vaccinale;
  • Patti: Centro Vaccinale;
  • Sant’Agata di Militello: Centro Vaccinale;
  • Mistretta: Centro Vaccinale;
  • Lipari e isole Eolie: Centro Vaccinale.

 

(216)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Contenuto protetto.