“Messina che vale”. L’eccellenza cittadina in mostra per un giorno

scultura sabrinaL’associazione “idee X ME”, presieduta da Luciana Salvato, organizza, domenica 3 aprile 2016, nei locali di Palazzo Mariani (ex Poste Italiane) di Piazza Antonello, dalle 10,30 alle 13 e dalle 16,30 alle 20, una giornata che vuole essere l’ occasione per fare conoscere ai messinesi le eccellenze della loro città, che si possono ritrovare in vari ambiti. “Messina che vale” è il titolo di questo evento, che sarà una sorta di vetrina di alcune di queste eccellenze offerte attualmente dal territorio. Questo l’elenco delle iniziative. Si parte dalla esposizione di quadri e di modellismo a cura dell’artista messinese Orazio Urzì, che prevede il coinvolgimento anche di bambini in veri spazi di laboratorio, e dalla mostra di sculture di Sabrina Lo Piano. Sono previste, inoltre, postazioni dove saranno esposti e potranno essere degustati i prodotti gastronomici e dolciari tipici della nostra tradizione culinaria, anche con riferimento agli aspetti culturali.
Tale momento sarà curato, per quanto concerne i prodotti dolciari, dall’Associazione regionale “Ducezio” che comprende il meglio dei pasticceri siciliani e che nella circostanza vedrà la partecipazione di alcuni esponenti di spicco della nostra città, quali Lillo Freni e Gaetano Saccà.

Per quanto concerne i prodotti gastronomici saranno presenti l’associazione “Just in Time” di Liliana Pirrotta (catering), l’imprenditore Giuseppe La Scala (ristorazione tradizionale), gli operatori nel settore delle antiche farine Tommaso Cannata e Masino Arena.

Per il settore vitivinicolo sarà presente l’Istituto Professionale “Cuppari” di San Placido Calonerò, con il suo pregiato “Faro doc”.

Il settore artigianato vedrà la presenza di giovani imprenditori quali: Francesca De Domenico, ideatrice del marchio “Aequarea”; Chiara Brizzi, con la sua “SI3D” che si propone nel settore digitale-tridimensionale; il laboratorio di ceramica “Ghenos”; Laura Martinez di Materiali Naturali con i suoi quaderni e gli altri prodotti realizzati interamente a mano; la famiglia Gargano con i tradizionali “Pupi siciliani”; Valeria Sorrente, con le sue “Chicche di Coffe” ; Carla Siracusano con “Galea Sete” (decorazione su seta); Tony Siracusano, orafo; Paola Costanzo, con i suoi lavori a telaio; Giovanni Raineri, artista di fama per la lavorazione del cuoio; Armando Arcovito, responsabile del Centro Analisi Gemmologiche, che opera in convenzione con i Dipartimenti di Scienze Chimiche, Biologiche e Fisiche dell’Università degli studi di Messina.
Un ruolo importante avrà naturalmente l’Università degli studi di Messina, chiamata a mostrare alcune delle sue eccellenze, quali il PANLab (PIANO ALIMENTI e NUTRIZIONE) con le sue risorse umane e la carta dei servizi.

Prenderanno parte all’evento gli studenti del Corso di laurea in Scienze Gastronomiche, che si faranno carico di distribuire depliant informativi riguardanti una sana alimentazione ed il rispetto dell’ambiente. Saranno, inoltre, presenti il CNR I.P.C.F. con le ”celle solari e coloranti naturali”, il CNR Talassografico e l’associazione “ NEMO SUD”, struttura d’avanguardia nella lotta alle malattie neuro-degenerative.

 

(nella foto una scultura di Sabrina Lo Piano)

(364)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *