Messina. Caronte&Tourist dice NO alla riduzione delle tariffe per i residenti

Pubblicato il alle

2' min di lettura

Impossibile procedere ad una ulteriore riduzione dei prezzi in quanto non compatibile con la normativa europea vigente. Così questa mattina, in Commissione Trasporti, Caronte&Tourist ha detto no all’ipotesi di ridurre le tariffe dei traghetti per i residenti a Messina.

Dietro la posizione presa da Caronte&Tourist ci sarebbe, infatti, la volontà di tutelare il principio di uguaglianza sociale, garantito dal Regolamento Europeo. Secondo l’azienda che gestisce il servizio dei traghetti tra Messina e la Calabria, la normativa vieta la possibilità di introdurre delle tariffe differenziate. Inoltre, sostengono che la residenza non basta per giustificare delle agevolazioni sui prezzi e che esistono già delle piani tariffari a favore degli utenti che viaggiano con la ditta quotidianamente.

Ad esprimersi sulla questione è il Presidente della Commissione, Libero Gioveni: «È stato chiarito che per quanto riguarda i cittadini delle isole minori, essi sono esclusi da queste norme, essendo che le isole non godono degli stessi servizi o dell’utilizzo delle numerose strutture presenti, invece, in una grande regione come la Sicilia. Caronte&Tourist, tuttavia, si è impegnata ad avviare una serie di iniziative e convenzioni che possano incidere positivamente su una scontistica collegata contestualmente ad altri servizi. A tal proposito – conclude Gioveni – il Vicesindaco ha annunciato la sottoscrizione per il prossimo 15 febbraio di un protocollo di intesa con le Regioni di Sicilia e Calabria e con le città metropolitane di Reggio e Messina al fine di studiare delle misure che agevolino la mobilità interregionale dei cittadini».

 

(764)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Contenuto protetto.