Messina. Bandiera verde: solo 2 spiagge in provincia sono a misura di bambino

Saranno solo due le spiagge della provincia di Messina ad ottenere la bandiera verde per il 2020 e nessuna delle due si trova in città. Il conferimento, assegnato ogni anno da una giuria di pediatri, viene dato alle località riconosciute “a misura di bimbo” e verrà ufficializzato il prossimo aprile, ma intanto è possibile dare un’occhiata alla lista, già pubblicata, delle 144 che ce l’hanno fatta.

Nessuna sorpresa, in realtà, rispetto all’anno scorso. Le spiagge a ottenere la bandiera verde in provincia di Messina sono di nuovo Giardini Naxos Marina di Lipari-Acquacalda-Canneto. Fuori la città di Messina, così come buona parte della cintura metropolitana, che potrà però provare ad attrezzarsi meglio per il 2021.

In generale, però, la Sicilia non se l’è cavata poi così male e si è posizionata seconda in Italia per quantità di spiagge selezionate, subito dopo la Calabria (con 18 spiagge bandiera verde) e pari merito con la Sardegna (16 spiagge ciascuna). Seguono la Puglia (13) e le Marche (12). Tutte, comunque, località del Sud Italia.

Ma cosa deve avere di preciso una spiaggia per essere giudicata “a misura di bambino” e ottenere la bandiera verde? A spiegarlo è la rivista online di informazione e opinione su tematiche ambientaliste GreenMe, che elenca i seguenti requisiti:

  • presenza di sabbia;
  • spazio fra gli ombrelloni per giocare;
  • acqua che non diventi subito alta;
  • presenza degli assistenti di spiaggia (i bagnini);
  • attrezzature dedicate ai bambini e opportunità di divertimento per i genitori (negozi, ristoranti, bar, strutture sportive).

Oltre a questi requisiti, specifica GreenMe, viene considerata per l’assegnazione della bandiera verde, la qualità ambientale e, naturalmente, la qualità dell’acqua.

(300)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *