Vara 2019, Messina

Messina, avviati i controlli sulle condizioni della Vara: i primi esiti delle analisi sul carro votivo

Pubblicato il alle

2' min di lettura

Il Comune di Messina lo aveva annunciato qualche settimana fa: prima di essere rimessa in movimento la Vara di Messina ha bisogno di alcuni controlli finalizzati a valutarne la stabilità. Palazzo Zanca ha allora incaricato una ditta specialistica e, nei giorni scorsi, sono state eseguite le prime analisi strutturali. L’assessore al Turismo Enzo Caruso e il collega alla Protezione Civile Massimiliano Minutoli spiegano cosa si sta facendo, cosa si farà e cosa sappiamo attualmente sulle condizioni della machina votiva del ferragosto messinese.

I controlli strutturali sono stati affidati, tramite affidamento diretto, allo Studio di Ingegneria Giuseppe Corso di Giuseppe Alessandro Corso, con sede a Messina, in via Risorgimento per un totale di 7.105,28 euro.

A che punto sono, quindi, le analisi? A spiegarlo sono gli assessori Caruso e Minutoli con una nota: «A seguito di affidamento – scrivono – ad uno studio di ingegneria meccanica per la revisione della parte strutturale è stata già effettuata la perizia tecnica ed eseguito il controllo, come da protocollo, sia di tipo visivo, che magnetoscopico e, ove ritenuto necessario, anche spessimetrico ad ultrasuoni degli elementi che compongono il corpo principale della Vara. Il totale controllo di tutte saldature ne ha evidenziato l’integrità, ad eccezione di un unico punto di saldatura per il quale è stata necessaria la rimozione e la riparazione; sono state quindi drizzate e successivamente controllate alcune membrature piegate, per le quali non si sono riscontrati ulteriori problemi».

«In questi giorni – concludono –, si stanno controllando, nel deposito di Palazzo Zanca, tutte le altre parti mobili della Vara (Personaggi, parti rotanti ed elementi accessori), le bullonerie e i sistemi di imbracatura, con particolare attenzione alla sicurezza, relativa a deformazioni correlate a stress meccanici generati dallo strappo delle corde in tensione al momento della partenza dopo ogni sosta».

La determina è disponibile a questo link.

(115)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Contenuto protetto.