Messina, attingere al Recovery Fund per riqualificare la Real Cittadella: la proposta

elvira amataRiqualificare la Real Cittadella di Messina e renderla parte integrante dell’offerta turistica della città: è questo l’obiettivo della deputata Ars Elvira Amata che, annuncia, si farà promotrice di un vertice tra Comune e Regione per il recupero e la valorizzazione dell’area.

«Non è più possibile temporeggiare sulla situazione di scempio ambientale e di illegalità che ancora oggi interesserebbe la Real Cittadella – esordisce l’esponente di Fratelli d’Italia all’Assemblea Regionale Siciliana. Nei mesi scorsi è stata fatta una bonifica delle aree e sono stati chiusi i varchi di accesso, ma sembrerebbe che alcuni varchi siano stati riaperti e che purtroppo si debba assistere ancora alla presenza di discariche abusive».

Per la Deputata è arrivato il momento di agire per ridare il giusto spazio alla Real Cittadella, fortezza difensiva di Messina risalente al XVII secolo, con un’opera di valorizzazione che consenta di renderla un punto di attrazione turistica, garantendo così anche un ritorno economico per la città.

«Sulla riqualificazione della Real Cittadella sia la città di Messina che la Sicilia intera – aggiunge Amata – si giocano una parte importante di futuro, non solo in termini di cultura e turismo ma anche come economia».

«Per queste ragioni – specifica – mi farò immediatamente promotrice di un vertice a Messina, direttamente sui luoghi, con il presidente Musumeci, gli assessori regionali ai Beni culturali, al Turismo e al Territorio, il presidente dell’Autorità Portuale, e ovviamente l’amministrazione comunale con il sindaco De Luca, così che si possa poi attraverso una conferenza di servizi racchiudere le diverse competenze e i vari interessi pubblici coinvolti in un unico procedimento».

Per raggiungere l’obiettivo prefissato, secondo la deputata Ars Elvira Amata sarebbe possibile utilizzare risorse provenienti dal Recovery Fund: «I fondi per una bonifica integrale e per il restauro e la riqualificazione – afferma in proposito – possono essere individuati tra i progetti per il Recovery fund. L’attenzione sulla Real Cittadella deve rimanere altissima e sono necessarie date certe, per ridare a Messina quel volto storico e quell’identità culturale che la nostra comunità merita».

(61)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *