divise di ATM disegnate da una studentessa di Messina

ATM Messina cambia look: in arrivo nuove divise disegnate dalla studentessa Chiara Bellomia

Pubblicato il alle

2' min di lettura

I dipendenti di ATM avranno delle nuove divise, disegnate dalla giovane Chiara Bellomia, studentessa del Liceo Artistico E. Basile di Messina e vincitrice del concorso promosso nell’ambito del corso di Moda e Design. A guadagnarsi il podio, con il secondo e il terzo posto, anche Alessia La Fauci e Alessandra Trimarchi.

Il concorso studentesco ha coinvolto due classi dell’Istituto, la 4B e la 4D durante l’anno scolastico 2019/2020, che si sono impegnate duramente, nonostante il periodo difficile sia sul fronte degli impegni scolastici che dell’emergenza sanitaria. A partecipare all’iniziativa, le studentesse Rachele Auditore, Corinne Bonfiglio, Alessia Dazi, Margherita Di Perri, Elisabetta Drago, Martina Ilacqua, Federica Isaja, Alessia Minutoli, Laura Oteri, Giuliana Prestipino, Giorgia Prisa, Andreea Claudia Udoriu e Mariaflavia Saglimbeni.

Tutte le studentesse, scrivono da ATM «hanno dato prova di spiccate doti creative e professionali, come evidenziato dal M° Sarto Santi Morabito presidente del Circolo Maestri Sarti di Messina e Provincia. Da ogni elaborato trasparivano elementi di originalità, segno di una maturità professionale tutt’altro che acerba».

Nelle prossime settimane partirà la gara d’appalto per la realizzazione effettiva delle nuove divise che dovrebbero essere pronte e disponibili per i dipendenti di ATM Messina Spa già dalla prossima estate.

Per quel che riguarda il “dietro le quintedell’iniziativa, la referente per conto del Liceo Artistico Basile è stata la professoressa e architetto Silvana Parisi, che ha seguito con le due classi le varie fasi di sviluppo dei lavori. Particolare soddisfazione è stata espressa dalla Dirigente Scolastica Caterina Karen Celesti e dal Presidente di ATM S.p.A. Pippo Campagna.

(352)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Contenuto protetto.