parco giochi

Messina, approvato il progetto per tre parchi giochi inclusivi: ecco dove saranno

Pubblicato il alle

2' min di lettura

Approvato il progetto esecutivo per la realizzazione di tre parchi giochi inclusivi a Messina, nello specifico a Tremonti, Ganzirri, Sperone, per una spesa complessiva di 100mila euro. L’obiettivo è quello di dare vita a luoghi in cui tutti i bambini possano giocare e socializzare senza difficoltà. Vediamo tutti i dettagli.

Altalene, torrette con accesso facilitato, giochi a molla, scivoli e tanto altro: il parco “Casa Nostra” di Tremonti, il “Parco  Vega” di Ganzirri, l’“Anfiteatro e Parco Pubblico P.A. Zveteremich” di Sperone si dotano di nuovi giochi, inclusivi, indirizzati a tutti i bambini di Messina nella fascia 1-12 anni.

Il progetto, si legge nella documentazione: «Rende possibile la realizzazione di tre parchi giochi attrezzati finalizzai all’inclusione di bambini con problematiche di ridotta capacità cognitiva, deambulatoria e sensoriale. Lo scopo di tale intervento è assicurare a tutti i bambini del territorio Messinese pari dignità e pari possibilità di accesso ai parchi pubblici. I prodotti istallati possono essere utilizzati universalmente e creare attività attraenti per tutti i bambini, affinché tutti possano realizzare il proprio diritto al gioco e sviluppare l’interazione tra bambini sia all’interno sia all’esterno di una struttura di gioco».

Tutte le attrezzature scelte per i tre parchi giochi inclusivi sono “giochi per tutti” e sono costruite per sviluppare l’equilibrio, la mobilità, la manualità e la coordinazione nei movimenti. Le aree saranno inoltre dotate di una pavimentazione in gomma colata per le strutture con rischio di caduta superiore ad 1 metro di altezza. Il tempo per la realizzazione delle opere è stimato a 160 giorni naturali e successivi.

progetto parco inclusivo casa nostra tremonti
Progetto parco inclusivo anfiteatro sperone
Progetto parco inclusivo vega ganzirri

Le risorse per la realizzazione dei tre parchi giochi inclusivi provengono da un contributo del Dipartimento della famiglia delle politiche sociali della Regione Siciliana e ammontano a 100mila euro.

A questo link è possibile vedere i progetti completi.

(Foto di repertorio)

(453)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Contenuto protetto.