Messina. Al via le visite ai residenti nelle baracche con due camper dell’ASP

riunione visite abitanti delle baracche

Stamattina a Palazzo Zanca il sindaco De Luca ha incontrato l’assessore regionale alla Salute, Ruggero Razza, il responsabile Arpa Sicilia – Servizio Territoriale di Messina, Antonino Marchese e il direttore generale dell’Asp Messina, Gaetano Sirna. L’obiettivo dell’incontro era programmare un’azione di controllo delle condizioni di salute di tutti i residenti nelle aree di risanamento e così è stato. Dopo il primo caso accertato di asbestosi tra i messinesi che vivono nelle baracche e l’ordinanza dello scorso 7 settembre, sono stati stabiliti, infatti, criteri e modalità organizzative e di esecuzione degli screening medico-sanitari.

«La Regione Siciliana attiverà due linee di intervento – ha dichiarato l’assessore Razza. La prima, attraverso l’ARPA, potrà partire subito per il monitoraggio dell’area; la seconda sarà in capo all’Asp per l’elaborazione di un piano straordinario per la città di Messina». Da un lato, quindi, si effettueranno delle verifiche per fare luce sulla quantità di fattori inquinanti ambientali all’interno delle aree in cui sorgono le baracche, dall’altro inizieranno «visite ambulatoriali per tutta la popolazione con due camper messi a disposizione dall’ASP sul territorio – continua l’assessore – e il secondo step sarà l’accertamento radiografico per chi dovesse avere qualche sospetto».

A tal fine, il Comune di Messina trasmetterà all’ASP il censimento aggiornato alla data dell’1 settembre 2018 di tutti gli occupanti dei manufatti ricadenti nei sette ambiti di risanamento e metterà a disposizione appositi punti luce all’ARPA per l’effettuazione delle indagini finalizzate alla verifica delle fibre di amianto nell’area.

«Ringrazio l’assessore Razza per l’immediatezza dell’incontro – ha dichiarato il sindaco De Luca. Dopo l’incontro di oggi, considerata la gravità della situazione, le Istituzioni hanno un elemento in più per valutare in termini positivi la nostra richiesta di dichiarazione dello stato di emergenza».

Alla conferenza di servizi hanno preso parte anche il vicesindaco Salvatore Mondello, l’assessore alle Politiche Sociali Alessandra Calafiore, i deputati regionali Franco De Domenico, Antonio Lo Duca ed Elvira Amata, il Consiglio d’Amministrazione di A.RIS.ME (Agenzia Risanamento Messina) col presidente Marcello Scurria e i componenti Alessia Giorgianni e Giuseppe Aveni.

 

(353)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *