Messina. Acqua h24 e rete fognaria: chiesti 140 milioni di euro a Roma

Foto della sede principale di AMAM a MessinaAmam fa un passo avanti nella gestione dell’acqua a Messina e chiede direttamente a Roma i fondi per l’erogazione h24 e per la rete fognaria urbana: ad annunciarlo è stato il Sindaco De Luca. Saranno necessari oltre 140 milioni di euro per portare, anche nella città dello Stretto, un servizio idrico completo.

La richiesta formale è stata inoltrata al Ministero dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare italiano: «Con la presente si chiede che le progettazioni elencate – si legge nella richiesta – siano inseriti nella pianificazione del Ministero e, con le urgenze del caso, che possano essere finanziate con ogni programma di interesse statale o con fondi europei di competenza d’ambito».

De Luca è quindi deciso di completare, nel più breve tempo possibile, uno dei suoi progetti più ambiziosi: portare l’acqua h24 a Messina.

«AMAM ha già conferito gli incarichi ai propri uffici – ha spiegato il Sindaco sulla sua pagina Facebook – per le progettazioni esecutive per la sostituzione di tutte le reti di distribuzione e per l’adeguamento di tutti gli impianti di depurazione. Disponendo di queste somme sarebbe finalmente possibile risolvere tutte le carenze idriche e le criticità fognarie di Messina. Finalmente si è passati dalle parole ai fatti con i progetti cantierabili e l’individuazione delle relative somme. Sino a quando non ci sarà un gestore unico provinciale le somme resteranno a Roma? E noi le chiediamo a Roma».

 

(256)

Categorie

Attualità

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *