Messina. A Natale Laganà i Due Pani del Gambero Rosso: «Mio padre sarebbe oroglioso»

natale laganàAncora un premio per il Panificio Laganà di via Garibaldi, che un paio di giorni fa si è aggiudicato – per il secondo anno consecutivo – i “Due pani” di “Pane & Panettieri d’Italia”, la guida del Gambero Rosso dedicata all’arte bianca. Soddisfatto Natale Laganà, che ha seguito le orme del padre Giuseppe, che nel 1968 diede vita a uno dei panifici storici della città.

«Il premio che abbiamo ricevuto – racconta Natale – è una riconferma. Anche l’anno scorso, infatti, abbiamo ricevuto due pani su tre. È motivo di orgoglio perché il Gambero Rosso è una guida importante». I riconoscimenti però non sono finiti per Natale e il suo team. Il Panificio Laganà, infatti, è stato inserito anche all’interno della Guida Street Food 2021 – sempre edita da Gambero Rosso (insieme al Panificio Laganà anche il Panificio Cannata).

La formula vincente di Natale Laganà

Per fare il pane basta poco, per fare il pane buono ci vuole tanta passione. Quella che ci mette Natale Laganà, per lui le pagnotte non hanno segreti o formule magiche. «I nostri prodotti – racconta Natale – sono apprezzati ma non ci sono segreti. Lavoriamo prodotti di prima qualità e assolutamente freschi.

Dagli arancini ai pidoni, dalle scagghiozze alle panelle. Tutti i prodotti sono fatti giornalmente. La nostra è una ricerca costante di ottime materie prime, come l’olio per friggere e la pulizia delle vasche in maniera quotidiana. Una serie di accortezze che porta alla formula vincente».

Dal 1968, artigiani del sapore

È stato Giuseppe Laganà – papà di Natale – ad aprire nel 1968 il panificio e tramandare ai figli l’amore per questo lavoro. «Mio padre – dice ancora Natale – sarebbe molto orgoglioso della rinascita di questa attività, considerando che siamo aperti da 52 anni e che si è evoluta nel tempo.

Da un panificio che faceva pane, focaccia e biscotti abbiamo abbracciato la pasticceria sia fresca che secca, la gastronomia e il catering. Una attività storica di Messina che oltre a riconfermarsi ha dato uno slancio in più e che i clienti apprezzano molto».

(4025)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *