ex autoparco comunale di messina, via bonino

Mercato, turismo e attività sociali: l’ex Autoparco si trasforma. Aggiudicata la progettazione

Pubblicato il alle

2' min di lettura

Aggiudicata la gara d’appalto per la la realizzazione del progetto che consentirà di trasformare l’ex Autoparco comunale di Messina in un centro polifunzionale per il commercio, il turismo e l’aggregazione sociale. Ad occuparsene saranno tre studi di architetti di città e provincia. La struttura, situata in via Bonino, avrà al suo interno un grande mercato per la vendita di prodotti tipici, sale eventi e uffici.

Per la realizzazione del progetto saranno utilizzate risorse provenienti dal “Fondo PON Città Metropolitane 2014-2020” cofinanziato dal Fondo FSC europeo. Ad aggiudicarsi la gara per la progettazione la RTP Bodar Bottega d’Architettura, la Moduloquattro Architetti Associati, la Land Engineering s.c.a.r.1. e l’Arch.Edoardo Fanteria che hanno offerto un ribasso di circa il 43%, per un importo totale di 115.753,75 euro (comprensivo di Iva). L’importo a base di gara era di 161.470,60 euro.

Il progetto dell’ex Autoparco

Il progetto dell’ex Autoparco di Messina prevede la demolizione e la ricostruzione dell’edificio, situato tra la via Umberto Bonino e la via Antonio Bonsignore, e la rimessa a nuovo delle aree esterne. L’idea è quella di realizzare una struttura su tre piani, più un cantinato. Uno dei due capannoni attualmente esistenti sarà demolito, mentre l’altro sarà riconfigurato. L’area complessiva è di

Secondo quanto prevista dalla relazione illustrativa, il piano terra sarà adibito a mercato, al cui interno sarà possibile collocare 29 box, un locale tecnico e dei locali igienici. Alcuni box, che affacciano sulla corte, avranno a disposizione degli spazi esterni che potranno essere dedicati sia alla vendita che alla degustazione. Al primo piano, invece, vi saranno sale conferenze e uffici, al terzo altri uffici e le sale polifunzionali. Il terrazzo di copertura sarà configurato in modo tale da poter, in futuro, installare impianti fotovoltaici a servizio della struttura, che saranno oggetto di altra progettazione. La struttura sarà accessibile e realizzata in maniera tale da rispettare i criteri di sostenibilità ambientale.

L’affidamento dei lavori è previsto entro entro il mese di novembre 2022. L’importo da QTE (Quadro Tecnico Economico) del progetto è stimato a 4.156.831,52 euro.

(235)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Contenuto protetto.