esami di maturità 2020, coronavirus

Maturità 2021, come sono cambiati gli esami dopo il Covid

Pubblicato il alle

3' min di lettura

Dopo un anno scolastico (abbastanza) tumultuoso, sono arrivati gli esami di Maturità 2021. I liceali hanno trascorso la loro “notte prima degli esami”, perché proprio oggi – mercoledì 16 giugno – sono iniziati gli esami che chiudono un periodo della vita e ne aprono un altro.

Anche quest’anno, così come è successo nel 2020 – causa emergenza sanitaria – i maturandi del 2021, non dovranno affrontare le classiche prove scritte ma un colloquio orale. Misura di prevenzione per ridurre il contagio del virus. Al colloquio sarà presente la commissione interna di professori, presieduta da un esterno.

Lo scorso 3 marzo, con una circolare emanata dal Ministero dell’Istruzione, si stabilivano le nuove modalità di esame. L’unica sostanziale differenza rispetto al 2020, è la non ammissione all’esame degli studenti che il consiglio di classe non ritiene pronti. Questa specifica, infatti, l’anno scorso era stata sospesa per i diversi disagi dovuti alla prima ondata della pandemia.

Ma questa notte è ancora nostra

Anche per la maturità 2021, gli studenti sono chiamati ad affrontare un colloquio orale, diviso in quattro parti:

  • Discussione di un elaborato il cui argomento è stato assegnato a ogni studente dai Consigli di classe. I candidati hanno avuto un mese per produrlo con il supporto di un docente. L’elaborato è stato assegnato sulla base del percorso svolto e delle discipline caratterizzanti l’indirizzo di studi. Per esempio greco o latino per gli studenti del Liceo Classico.
  • Discussione di un testo già oggetto di studio nell’ambito dell’insegnamento di Lingua e letteratura italiana.
  • Analisi di materiali (un testo, un documento, un’esperienza, un problema, un progetto) predisposti dalla commissione con trattazione di nodi concettuali caratterizzanti le diverse discipline.
  • Esposizione dell’esperienza svolta nei PCTO (Percorsi per le competenze trasversali e l’orientamento). Il candidato dovrà dimostrare, nel corso del colloquio, di aver maturato le competenze e le conoscenze previste nell’ambito dell’Educazione civica.

La durata indicativa del colloquio sarà di 60 minuti. Il credito scolastico sarà attribuito fino a un massimo di 60 punti. Al colloquio verranno assegnati fino a 40 punti. La valutazione finale sarà espressa in centesimi, sarà possibile ottenere la lode. Il punteggio più alto rimarrà quindi 100/100.

Il colloquio si terrà in presenza, ma sono previste deroghe per le persone «degenti in luoghi di cura od ospedali, detenuti o comunque impossibilitati a lasciare il proprio domicilio nel periodo dell’esame». Per questi studenti, l’esame si svolgerà in video conferenza.

I numeri della Maturità 2021

In Italia è stato ammesso il 96,2% di studenti. In Sicilia i non ammessi alla maturità 2021 sono il 4,80%. Le Commissioni saranno saranno 13.353, per un totale di 26.555 classi coinvolte.

«Anche in quest’anno così difficile – ha detto il ministro dell’Istruzione Patrizio Bianchi – siamo arrivati al momento dell’Esame. È il momento in cui farete l’Esame, ma dovete anche fare un esame a voi stessi, per capire cosa avete imparato, cosa avete fatto, ma anche come vi siete trasformati, come siete cambiati in questi cinque anni. Fatelo con tutta l’attenzione che richiede un momento di così grande rilievo nella vita. Ma fatelo anche con la gioia di andare in una nuova fase. Fatelo facendo un sorriso a tutti i vostri compagni, ai vostri insegnanti e pensando che comincia veramente una nuova pagina. Forza ragazze, forza ragazzi!».

 

(71)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Contenuto protetto.