marina del nettuno

Il Marina del Nettuno saluta il 2022 con “Let’s Eat”: più consapevolezza su frutta e salumi

Pubblicato il alle

2' min di lettura

Auguri di fine anno deliziosi al ristorante Marina del Nettuno, dove si è chiuso il progetto internazionale “Let’s Eat – European Authentic Taste” che beneficia del cofinanziamento della Commissione Europea. A dominare la scena sono stati i “Cubi di salmone selvaggio su crumble al nero di seppia con sorbetto di mele cotte e mousse di speck”, il piatto dello chef Pasquale Caliri che è rimasto in degustazione proprio sino a ieri, domenica 18 dicembre, data di fine della campagna nazionale, e che i giornalisti enogastronomici della città hanno avuto modo di gustare.

Let’s Eat, che mira a migliorare il livello di conoscenza dei pregi dei prodotti agroalimentari dell’Unione e ad aumentarne la competitività e il consumo, ha coinvolto 10 ristoranti italiani, guidati dagli Ambasciatori del Gusto. Nelle settimane di degustazione agli ospiti del ristorante è stata consegnata una “Foodie bag” in cartone riciclato con all’interno delle mele e un salame “Cacciatorino”. Inoltre, è stato distribuito un album di figurine “Panini” con i Brand Ambassador del progetto: la lifestyle influencer Tanya Gervasi, lo chef Carlo Cracco, e gli atleti Paola Fraschini e Matteo Eydallin.

La campagna, rivolta direttamente ai consumatori, ai media e ai professionisti dell’HoReCa, è nata con lo scopo di promuovere un cambiamento culturale verso i salumi e aumentare il consumo di frutta e verdura nel contesto di abitudini alimentari corrette ed equilibrate, da cui l’enfasi su salumi e frutta. I prodotti sono stati presentati e promossi al di fuori del loro classico contesto di consumo: mescolati insieme per produrre un’idea nuova, fresca e glamour di una pausa energetica di qualità con un Gusto Autentico Europeo. Il progetto ha una durata triennale e ha come target Italia, Francia e Belgio.

A chiudere i saluti, anche il presidente della Comet Ivo Blandina, il quale ha sottolineato il conseguimento da parte del porticciolo che ospita il ristorante della bandiera blu in tema di buone pratiche ambientali e ha anticipato nuovi investimenti che punteranno anche al rispetto dell’ambiente.

(117)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Contenuto protetto.