Frana ad Alì e a Casalvecchio: riaperte le strade agricole provinciali

Pubblicato il alle

2' min di lettura

Riaperte le strade provinciali agricole di Alì-Itala e Casalvecchio-San Pietro e Paolo, chiuse a seguito dell’ondata di maltempo dei giorni scorsi. La Città Metropolitana di Messina aveva interdetto il transito dopo le frane di lunedì 1 novembre arrivate per le forti precipitazioni che hanno investito la zona ionica del Messinese.

«Oggi abbiamo riaperto un’importante arteria di comunicazione tra Alì e Messina – ha detto il Sindaco metropolitano Cateno De Luca – che permette ai tanti cittadini che si recano nel capoluogo peloritano di poter utilizzare una via alternativa all’autostrada A18 Messina – Catania, vista l’attuale chiusura per frana della strada statale 114 a Capo Alì. Ringrazio tutti i responsabili tecnici e gli operatori della Città metropolitana che, con estrema celerità e professionalità, hanno permesso la riapertura al transito anche della strada provinciale agricola che collega il centro di Casalvecchio Siculo alla frazione di San Pietro e Paolo».

I lavori di sgombero dei massi e dei detriti nel territorio di Alì erano già stati avviati lunedì sera e si sono conclusi nel tardo pomeriggio di martedì, rendendo nuovamente transitabile la strada provinciale agricola Alì-Itala che, vista l’attuale chiusura della strada statale 114 a Capo Alì, rappresenta l’unica alternativa di comunicazione diretta del comprensorio aliese con il capoluogo peloritano.

Per quanto riguarda la strada provinciale agricola che collega Casalvecchio centro con la frazione di San Pietro e Paolo, gli interventi sono andati avanti per tutta la giornata di ieri grazie anche al lavoro dei rocciatori che hanno effettuato le operazioni di disgaggio del materiale pericolante.

Gli interventi nel tratto ionico delle strade della provincia di Messina, disposti dal dirigente della III Direzione Viabilità metropolitana di Palazzo dei Leoni, Salvo Puccio, sono stati diretti dal funzionario tecnico responsabile del Servizio Manutenzione stradale Zona omogenea Ionica-Alcantara, il geometra Tano Maggioloti, e realizzati dagli operatori stradali della Città metropolitana di Messina con l’ausilio dei mezzi meccanici dell’Ente.

Ai lavori di martedì seguiranno, nel corso della settimana, ulteriori interventi, portati avanti anche con l’ausilio dei rocciatori, che saranno finalizzati alla definitiva messa in sicurezza delle pareti collinari e alla rimozione del materiale detritico.

(72)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Contenuto protetto.