Carenza di arredi scolastici negli istituti cittadini. Interrogazione di Magistri

arrediscolasticiIl consigliere provinciale Simone Magistri interroga il Presidente della Provincia regionale; l’Assessore provinciale al Patrimonio immobiliare, Beni mobili e Fitti attivi e passivi; il Dirigente del II Dipartimento-II U.D.-Beni mobili inventariabili; sul mancato avvio delle procedure volte alla fornitura di arredi scolastici agli Istituti superiori di competenza della Provincia regionale. Magistri chiede perché nonostante la fornitura di arredi scolastici agli Istituti superiori sia di pertinenza provinciale, nonostante  esista un apposito capitolo del Bilancio provinciale destinato proprio a tale finalità e nonostante le numerose richieste avanzate dagli Istituti superiori, non sia stato predisposto e/o programmato, né da parte del competente assessorato, né da parte dei competenti uffici, alcun idoneo intervento atto a fronteggiare la cronica carenza di arredi scolastici in numerosi Istituti della provincia. «Da oltre tre anni ― chiarisce il Consigliere ―, gli Istituti superiori hanno dovuto provvedere all’acquisto dei necessari arredi scolastici con risorse autonome». «Allo stato attuale ― continua Magistri ― numerosi Istituti scolastici di pertinenza provinciale, si trovano sprovvisti di banchi e sedie in numero sufficiente alla popolazione scolastica, per non parlare delle attrezzature didattico-sportive che risultano in molti casi carenti, se non del tutto mancanti. Tale condizione, oltre a determinare pericoli per la sicurezza e la salubrità degli ambienti scolastici, impedisce agli Istituti scolastici di potere “dignitosamente” assolvere al loro primario ruolo didattico-formativo». «Per far fronte ai notevoli disagi affrontati in questi anni dagli Istituti superiori di pertinenza provinciale, nonché dalle relative popolazioni scolastiche ― evidenzia il consigliere ―, è stato predisposto ed approvato dal Consiglio provinciale, in occasione dell’approvazione del Bilancio di previsione 2012, un apposito emendamento con il quale si è disposto lo stanziamento di 120.000 euro per l’acquisto di arredi scolastici, attrezzature didattiche e sportive da destinare agli Istituti superiori della nostra provincia. Il dirigente del II Dipartimento-II U.D.-Beni mobili inventariabili ha proceduto all’impegno della somma di euro 150.000 per l’acquisto di arredi scolastici da destinare agli Istituti di competenza della Provincia regionale di Messina». Alla luce di ciò, Magistri intende conoscere quali siano le ragioni che hanno impedito, fino ad ora, ai competenti uffici dell’Ente di avviare le  procedure volte alla fornitura di arredi scolastici agli Istituti superiori e se i ritardi siano dovuti alla temporanea assenza del dirigente del II Dipartimento-II U.D.-Beni mobili inventariabili. Inoltre chiede di conoscere il termine entro il quale si prevede possano essere avviate le procedure di gara relative alla tanto attesa fornitura.

(66)

Categorie

Attualità

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *