“L’Umanità Negata”, il video del Comune di Messina per il Giorno della Memoria

giornata della memoria, auschwitzUn video sulle leggi razziali e l’invito a dedicare un’ora di lezione alla memoria: sono le iniziative proposte in occasione della Giornata della Memoria dal Comune di Messina per gli studenti.

Il 27 gennaio è la Giornata della Memoria, come designato dall’Assemblea Generale delle Nazioni Unite. Il giorno in cui nel 1945 le truppe sovietiche arrivarono presso la città polacca di Oświęcim (in tedesco Auschwitz), scoprendo il vicino campo di concentramento e liberandone i superstiti.

A Messina, gli Assessori alla Cultura e alle Politiche Giovanili e alla Pubblica Istruzione e alle Pari Opportunità, Enzo Caruso e Laura Tringali, hanno rivolto un invito agli studenti e al mondo giovanile a riflettere e a non dimenticare. I dirigenti scolastici e i docenti sono stati invitati a dedicare la prima ora di lezione, al fine di contribuire ad una formazione per i giovani, per non dimenticare la sofferenza di allora e saper scegliere oggi, evitando le nuove sofferenze ad altri popoli e persone in qualsiasi parte del mondo.

Seppur in emergenza Covid è importante non dimenticare questi valori, ragion per cui in tutta Italia sono numerose le iniziative  online rivolte ai più giovani. La scuola è il luogo per eccellenza in cui aiutare i ragazzi a maturare una responsabilità, come persone e come collettività, e a ricordare i valori della Carta costituzionale. 

“L’umanità negata”, il video del Comune di Messina per il Giorno della Memoria

L’amministrazione inoltre ha realizzato un video dal titolo “L’Umanità Negata – Le Leggi Razziali Italiane del ‘38”, uno spunto da cui partire per creare coscienza e alimentare lo spirito critico tra i più giovani.

Una riflessione sul concetto di diversità e sull’odio per ciò che è diverso – genere, religione, cultura – che porta alla distruzione. Formare giovani affinché siano consapevoli dei crimini contro l’umanità e si rendano partecipi di tutto ciò che contrasta odio, violenza e guerra.

«La Giornata – hanno evidenziato gli Assessori Enzo Caruso e Laura Tringali – rappresenta contemporaneamente una dedica alle vittime della Shoah e una doverosa lezione per le giovani generazioni sull’importanza dei diritti umani e civili, negati dalle leggi razziali, affinché sia impossibile rassegnarsi all’orrore e all’offesa della dignità umana».

«È fondamentale riflettere sul valore e sull’importanza della memoria  – continuano gli Assessori – non solo perché ciò che è stato non si ripeta, ma anche e soprattutto perché resti custodito nel tempo il ricordo di una tragedia insanabile che continua ad offendere qualsiasi essere umano. Non dimenticare è un dovere morale, i valori della fratellanza, della solidarietà e della tolleranza oltre che valori di civiltà e umanità senza frontiere di luogo e di tempo, costituiscono le fondamenta su cui poggia la Carta costituzionale. La memoria va difesa ogni giorno con le nostre azioni, per allontanare i rischi delle persecuzioni di ogni tipo e affermare con convinzione il valore e l’importanza dei diritti umani e civili, dell’educazione alla pace, al rispetto della diversità e della dignità di ogni individuo».

(Foto in evidenza di Giota Sakellariou su Pexels)

(100)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *