Primo piano dell'assessore Pippo Scattareggia, giunta di Cateno De Luca - Messina

L’ex assessore Scattareggia: «Messina abbandonata, non potevo restare in silenzio»

Pubblicato il alle

2' min di lettura

Post al vetriolo dell’ex assessore Pippo Scattareggia, oggi, contro il sindaco di Messina Cateno De Luca all’indomani della sua riconferma come candidato alla presidenza della Regione Siciliana. «Il vero politico – scrive l’ex esponente della Giunta sui social –è colui che deve rappresentare la comunità, senza farsi gioco di quest’ultima per ottenere posizioni di vantaggio personale, che nulla hanno a che vedere con le reali necessità della comunità stessa».

Sebbene ormai fosse scontato – De Luca lo aveva annunciato più volte – il discorso fatto ieri all’Ars durante dal Sindaco di Messina, che ha confermato la sua volontà di dare le dimissioni da Palazzo Zanca a febbraio per candidarsi come presidente della Regione, ha smosso la politica cittadina, generando un acceso dibattito. Si inserisce così a gamba tesa, con un post pubblicato su Facebook, l’ex assessore allo Sport e allo Spettacolo, Pippo Scattareggia, che oggi si toglie qualche sassolino dalla scarpa.

«Avevo preannunciato – scrive Scattareggia – in tempi non sospetti, all’indomani delle mie dimissioni da Assessore, quanto oggi è stato reso di pubblico dominio. Non potevo condividere un giorno, un’ora in più, un progetto a cui avevo creduto ed in cui mi ero impegnato con la fiducia dei miei sostenitori, progetto che aveva cambiato percorso e perseguiva una strada lontana dai miei ideali e dal servizio per la mia comunità, per la mia città».

«Non sono mai stato uno yes-man – aggiunge – e non potevo accettare in silenzio di vedere già abbandonata a sé stessa la mia amata Messina, per sostenere le velleità e le ambizioni personali di colui che, come in una giostra ripete matematicamente gli stessi percorsi creando e poi distruggendo, utilizzando a suo piacimento persone e risorse. Eh sì, la politica ha le sue sfaccettature sempre, ma c’è anche chi la dignità ed il rispetto lo continua a mantenere a prescindere dai ruoli».

«Non dimentichiamo che il vero politico è colui che deve rappresentare la comunità – conclude l’ex assessore Pippo Scattareggia –, senza farsi gioco di quest’ultima per ottenere posizioni di vantaggio personale, che nulla hanno a che vedere con le reali necessità della comunità stessa. Ad majora!».

(881)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Contenuto protetto.