libero gioveni, consigliere comunale di messina

Lavori di posa della fibra. Gioveni: «A Messina divieti di sosta collocati “un secolo prima”»

Pubblicato il alle

2' min di lettura

Libero Gioveni riaccende i riflettori sui lavori di posa della fibra a Messina. Questa volta il problema sono i divieti di sosta che, secondo quanto afferma il consigliere comunale, starebbero creando non pochi disagi ai cittadini. «Speravo che i lavori per la posa della fibra ottica facessero discutere solo sulla loro corretta esecuzione che, specie in diversi tratti, sta lasciando ancora parecchio a desiderare, ma che adesso si debbano creare disagi alla cittadinanza per i divieti di sosta collocati per non meno di una settimana prima degli effettivi interventi, questa ancora mi mancava!» scrive Gioveni.

Il consigliere comunale e capogruppo di Fratelli d’Italia parla di «incomprensibile modus operandi adottato nella preventiva preparazione dei lavori di posa della fibra che ormai da mesi tengono banco in tutta la città in merito all’applicazione dei necessari divieti di sosta nelle strade oggetto degli interventi, senza però che questi siano effettuati dall’inizio del periodo indicato».

«Mi sono giunte tante segnalazioni di cittadini esasperati e che ho prontamente verificato – afferma Gioveni – di istituzione di divieti di sosta per almeno una settimana che si sono rivelati perfettamente inutili per la totale assenza di operai e mezzi delle ditte preposte agli scavi sulla sede stradale.

Possibile che non si riesca a pianificare a dovere gli interventi, richiedendo al Dipartimento competente gli esatti periodi in cui poter applicare i divieti?».

«Vi sono dei casi limite per i residenti negli immobili di vecchia costruzione come quelli della parte alta di via Santa Marta o anche delle traverse del Quartiere Lombardo lato mare pressi via La Farina – prosegue il consigliere – dove a causa di questi divieti “inutili” per il ritardo nell’inizio dei lavori, i cittadini hanno fatto e stanno continuando a fare i salti mortali per poter parcheggiare».

«Per questa ennesima anomalia nella gestione di questi lavori – conlude Gioveni – ho già allertato l’assessore alle politiche energetiche Francesco Caminiti, che ad onor del vero si è sempre dimostrato disponibile e attento a risolvere le criticità, il quale si è detto pronto a verificare l’accaduto e a dare il giusto indirizzo anche nella gestione preventiva di questi lavori, certamente croce e delizia per l’intera cittadinanza».

(114)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Contenuto protetto.