La Via degli Artisti: Messina non si ferma neanche con la pioggia

Pubblicato il alle

5' min di lettura

Questa mattina l’iniziativa “Visita la Via degli Artisti in piazza Duomo” ha mollato gli ormeggi. Il progetto, presentato ieri a Palazzo Zanca, ha  l’obiettivo di valorizzare Messina come città d’arte e ricca di talenti. L’idea nasce dall’Amministrazione Comunale in sinergia con l’Autorità di Sistema Portuale dello Stretto e il Comitato degli Artisti in occasione dell’apertura della stagione crocieristica 2024.

Bonaccorso: il tempo non è clemente ma lo spirito è intatto

Una Messina ventosa e uggiosa ha accolto questa mattina i turisti delle navi Viking e MSC che non sono stati comunque scoraggiati dal visitare la città e le sue bellezze. In merito al progetto “Visita la Via degli Artisti” Lelio Bonaccorso ha dichiarato: «l’idea è quella di sfruttare il potenziale culturale-artistico di Messina e quale occasione migliore dell’arrivo dei crocieristi nella nostra città? L’iniziativa è libera e gli artisti che partecipano vanno via via aumentando. Oggi il tempo non è stato clemente e ci siamo spostati in Galleria ma lo spirito rimane intatto».

Laurà: Messina ha delle ricchezze immense

Cristiana Laurà, in rappresentanza dell’Autorità del Sistema Portuale dello Stretto, ha sottolineato: «Messina anche con la pioggia non si ferma. I crocieristi  sono abituati nei loro Paesi ad uscire anche con temperature sicuramente più rigide e oggi sono tutti in movimento. Oggi saranno più di 6.000. Questa iniziativa nasce da un’idea della sottoscritta insieme a Lelio Bonaccorso e al Comitato degli Artisti di strada e vuole dimostrare a tutti i nostri visitatori, crocieristi e non, che la città di Messina ha delle ricchezze immense. Ha degli artisti di grandissimo valore, ha una diversità da offrire ai visitatori e anche di eccellenze. I nostri artisti nonostante il tempo sono in giro nei vari luoghi di attrazione della città per far vedere le bellezze del nostro territorio».

Cannata: i talenti di Messina veicolo di bellezza

Anche l’Assessore Liana Cannata ha constatato come le condizioni meteo non favorevole non hanno influenzato l’animo dell’iniziativa: « Si tratta della riscoperta del territorio ma soprattutto riscoperta di quelli che sono i talenti nostrani che abbelliscono le vie principali della città per arricchirle e allietare anche i crocieristi. Attraverso la Via degli Artisti riusciamo a raggiungere gli obiettivi fondamentali: arricchire la nostra città e far scoprire attraverso le loro performance i talenti che ci sono all’interno di Messina e che diventano veicolo anche di bellezza al di fuori di quelli che sono i confini cittadini».

Daniele Mircuda, membro del Comitato degli Artisti, ha evidenziato: «La Via degli Artisti sta andando molto bene anche se il meteo ci è stato avverso. Speriamo che la prossima volta possa essere un po’ più concentrato non soltanto nella Galleria Vittorio Emanuele di Messina o al Monte di Pietà ma anche un po’ in tutta la città».

+6

Via degli Artisti: le voci dei protagonisti

Alla Galleria Vittorio Emanuele di Messina, location scelta al posto di Piazza Duomo per le condizioni meteo sfavorevoli, erano presenti  gli artisti più disparati come, ad esempio, Lucia. Lucia è originaria di Messina e disegna da sempre. Ha frequentato la scuola d’arte e si è formata nella bottega di un artista della zona. All’estero ha lavorato come disegnatrice anatomica: «Sono contenta di essere oggi a Messina nonostante abbia fatto un percorso di vita abbastanza importante ma sono tornata qua».

Raffaele è un giovane talento messinese nell’arte del dipinto e frequenta il Liceo Artistico di Messina al quarto anno e ha dichiarato: «Ho questa passione fin da piccolo. I soggetti che rappresento sono per lo iù siciliani ma oggi ho qui anche un omaggio a Frida Khalo. La mia passione nasce fin da piccolo perchè sono cresciuto in una famiglia di artisti».

Samuele Sciarrone in arte _Sam_levi_, ha evidenziato la sua passione per il disegno fin da bambino: «Io disegno creature fantastiche fin da quando sono bambino. Sono cresciuto a Messina e a Messina ho avuto i miei natali. Le ispirazioni per i miei lavori si rifanno principalmente al mondo del dark fantasy. Ci sono presenti riferimenti sia allo studio della psicologia junghiana sia riferimenti alchemici ed esoterici».

Alla Galleria Vittorio Emanuele di Messina, Samuele ha spiegato il progetto che avrebbe realizzato a partire da un bozzetto preparatorio: «La rete è il fondo di quello che verrà concluso in giornata. Verrà rappresentato un disegno raffigurante sia la croce latina del Duomo di Messina che la Zona Falcata e quelle che per me risiede sotto lo Stretto, chiamiamolo un Leviatano».

 

(358)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Contenuto protetto.