Pista ciclabile

Isole pedonali, piste ciclabili e sicurezza: Messina verso il Piano della Mobilità Sostenibile (PUMS)

Pubblicato il alle

3' min di lettura

Appuntamento giovedì 19 gennaio a Palazzo Zanca per discutere del nuovo Piano della Mobilità Sostenibile (PUMS) di Messina, giunto ormai in dirittura d’arrivo. A presentarlo saranno il sindaco Federico Basile, l’assessore alla Mobilità e ai Lavori Pubblici, nonché vicesindaco, Salvatore Mondello e il team di professionisti della Società TPS Pro capogruppo RTI, affidataria della redazione del Piano.

Di cosa si tratta? Di uno strumento di programmazione strategica finalizzato a dare un nuovo input alla mobilità sostenibile della città dello Stretto, attraverso la creazione di nuove isole pedonali, nuovi spazi dedicati ai più piccoli, piste ciclabili e altri strumenti pensati per rendere Messina più a misura d’uomo e più sostenibile da un punto di vista ambientale e sociale. Per la redazione del PUMS, strettamente connesso al PGTU (Piano Generale del Traffico Urbano), sono stati svolti diversi incontri con la cittadinanza e le autorità in un’ottica di partecipazione.

All’interno del PUMS sono inseriti anche quattro specifici piani di settore: il Piano della mobilità pedonale (Pediplan); il Piano della mobilità ciclistica (Biciplan); il Piano di sviluppo del trasporto pubblico collettivo;  e il Piano della Sicurezza Stradale Urbana (PSSU). Nel dettaglio, si caratterizzano come segue:

  • Piano della mobilità pedonale (Pediplan), orientato al raggiungimento del massimo sviluppo possibile della mobilità pedonale attraverso il ricorso a diversi strumenti quali, aree pedonali e percorsi pedonali in ambito urbano ed extraurbano; sviluppo della rete senti eristica nelle aree collinari e rurali; percorsi a valenza turistica; iniziative pedibus; spazi per l’infanzia; zone a traffico limitato, zone 30 e strade residenziali;
  • Piano della mobilità ciclistica (Biciplan), finalizzato allo sviluppo coerente, integrato e sicuro del-la mobilità ciclistica attraverso un percorso partecipativo di individuazione dei principali percorsi ciclabili al fine di rendere accessibili tutti i luoghi della città nel modo più diretto possibile;
  • Piano di sviluppo del trasporto pubblico collettivo, mirato al razionale coordinamento tra do-manda e offerta di trasporto per favorire il trasferimento modale dal mezzo di trasporto privato a quello pubblico;
  • Piano della Sicurezza Stradale Urbana (PSSU), finalizzato alla riduzione dell’incidentalità agendo su tutte le componenti che concorrono a determinare la sicurezza stradale: l’infrastruttura, il veicolo, l’uomo e la gestione del traffico.

L’incontro di giovedì 19 gennaio, dalle ore 9.30 alle ore 13.30, presso il Salone delle Bandiere del Comune di Messina, è aperto alla cittadinanza e servirà a illustrare il PUMS. All’appuntamento, specificano da Palazzo Zanca, sono stati invitati a prendere parte autorità militari e civili, rappresentanti di enti istituzionali, degli ordini professionali delle associazioni di categoria e del terzo settore.

pums piano urbano della mobilità sostenibile

(104)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Contenuto protetto.