“Io non rischio”: a Messina le buone pratiche di Protezione Civile

Pubblicato il alle

2' min di lettura

È in programma per domenica 24 ottobre, a Messina, la campagna “Io non rischio – buone pratiche di Protezione Civile” giunta alla sua XI edizione. Alla manifestazione, che si svolgerà a Piazza Cairoli dalle 10:00 alle 20:00, parteciperanno le associazioni cittadini: Mari e Monti 2004, Legambiente dei Peloritani e Castel Gonzaga.

Durante la campagna “Io non rischio”, che avrà luogo in 350 piazze italiane, la Protezione Civile simulerà interventi di emergenza a seguito di un terremoto e successiva onda di maremoto. Alla presentazione presenti anche l’assessore alla Protezione Civile Massimiliano Minutoli, dall’esperto Antonio Rizzo e dall’architetto Grazia Rosa Cammaroto del Dipartimento Regionale di Protezione civile.

Secondo i dati della Protezione Civile, infatti, più del 90% dei Comuni italiani ha aree esposte a rischio alluvioni e frane e il 41% della popolazione risiede nelle zone a più elevata pericolosità sismica (zone 1 e 2). «L’obiettivo di questa campagna – ha detto l’Assessore Minutoli – è educare, formare e informare l’intera cittadinanza sui possibili rischi presenti sul territorio nel quale si vive e sul conseguente comportamento da tenere in caso di emergenza al fine di avere una cittadinanza consapevole».

“Io non rischio”: anche Messina aderisce alla campagna della Protezione Civile

Io non rischio” è promossa dal Dipartimento della Protezione Civile con Anpas (Associazione Nazionale Pubbliche Assistenze), Ingv (Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia), Reluis (Rete dei Laboratori Universitari di Ingegneria Sismica), Fondazione Cima (Centro Internazionale in Monitoraggio Ambientale), Centri di Competenza del Dipartimento, Regioni, Province Autonome e Comuni.

L’obiettivo di diffondere la conoscenza dei rischi e sensibilizzare le comunità sulle vulnerabilità dei diversi territori, anche attraverso il racconto e la condivisione di esperienze e memorie storiche degli eventi che hanno interessato il nostro Paese. L’evento, per questa nuova edizione, verrà trasmessa anche sul canale YouTube del Dipartimento della Protezione Civile.

«La prevenzione, realizzata attraverso piani di emergenza comunali – aggiunge l’Assessore Minutoli –, è basilare per evidenziare eventuali criticità e fornire spunti di riflessione e di dialogo per la correzione dei comportamenti e la programmazione di interventi necessari e indispensabili per il miglioramento del livello di sicurezza, ma anche per la gestione dell’emergenza sisma per organizzare un soccorso tempestivo ed efficiente».

(81)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Contenuto protetto.