Iniziata la rimozione dei rottami del “Freccia della Laguna”

normal_sm_IMGP0524Il 20 luglio 2002 il treno Palermo – Venezia “Freccia della Laguna” deragliò nei pressi della stazione di Rometta causando otto morti e cinquantasette feriti. A provocare il disastro le precarie condizioni dell’armamento dei binari, anomalia segnalata più volte dai macchinisti in transito. Dopo un mese iniziarono le indagini: con l’iscrizione sul registro degli indagati, da parte della Procura della Repubblica di Messina, del titolare dell’impresa che gestiva la manutenzione della linea e di tre tecnici delle ferrovie che controllarono i lavori. Nel frattempo, i rottami del convoglio furono sistemati a pochi metri dalla linea ferrata, nei pressi di un cavalcavia dell’autostrada.

A distanza di 14 anni i resti di carrozze e locomotore saranno finalmente rimossi. Lo ha annunciato il vice sindaco di Rometta Giuseppe La Face. L’intervento costerà 140mila euro. Una ditta specializzata da una settimana ha iniziato a sezionare le prime due carrozze per poi procedere alla bonifica delle sostanze nocive. Successivamente si provvederà alla demolizione dei rottami.

(281)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *