marco frittella, barbara carfagna e romolo sticchi, giornalisti rai al workshop all'università di messina

Informazione, scienza e fake news: a Messina il workshop con i giornalisti RAI – VIDEO

Pubblicato il alle

3' min di lettura

Workshop sul giornalismo scientifico all’Università degli Studi di Messina, con tre relatori d’eccezione provenienti direttamente dagli studi della RAI. Con loro e con altri esperti e professionisti del settore, si è discusso del ruolo dell’informazione in periodi come quello della pandemia, ma non solo. Dall’ambiente, alla tecnologia, passando naturalmente per il Covid-19, come fare informazione e difendersi dalle fake news.

Ad organizzare il workshop dal titolo “Giornalismo scientifico ai giorni nostri” – svoltosi oggi, 13 gennaio 2023, presso la Sala dell’Accademia dei Pericolanti del Rettorato – il prof. Salvatore Magazù, decano di Fisica al Mift (Dipartimento di Scienze Matematiche e Informatiche, Scienze Fisiche e Scienze della Terra) dell’Ateneo di Messina insieme alla società Byto del giornalista e portavoce parlamentare Antonio Ivan Bellantoni e al giornalista Gianluca Rossellini.

Ospiti d’eccezione Barbara Carfagna, Conduttrice Tg1 e Autrice-Conduttrice della trasmissione “Codice: la vita è digitale” su Rai Uno; Marco Frittella, direttore Editoriale Rai Libri e già conduttore Tg1 e “Unomattina” e Romolo Sticchi, Inviato Speciale Tg3 e curatore del format “Pixel” su Rai Tre, che hanno tenuto le tre lectio magistralis della mattinata.

Come nasce questo workshop sul giornalismo scientifico e perché proprio adesso? Ce lo spiega il prof. Salvatore Magazù, docente di Fisica qui a Messina, e in Francia: «Negli ultimi anni – sottolinea – molti fattori hanno contribuito ad accrescere la consapevolezza di quanto sia importante comunicare la scienza. I media hanno scoperto che anche la ricerca attira l’attenzione del grande pubblico. Il giornalismo scientifico ha quindi acquisito sempre più interesse, specie per i molteplici argomenti diventati d’attualità, dalla pandemia al bosone di Higgs, che necessitano di un approfondimento maggiore e di una cultura scientifica. Proprio per questo abbiamo deciso di realizzare questo workshop, che sarà propedeutico alla possibile creazione di un Corso di alta formazione e in seguito di un master in giornalismo scientifico, che sarà il primo in tutto il Sud Italia».

Ai tre giornalisti RAI e al prof. Magazù, abbiamo fatto qualche domanda, interrogandoci sul ruolo del giornalismo scientifico nella nostra società, su quali sono gli strumenti per raccontare materie complesse come la scienza e la tecnologia, ma anche come difenderci, da utenti e lettori, dalle sempre più pervasive fake news.

Al termine della mattinata, la consegna delle targhe per l’impegno professionale a Marco Frittella, Barbara Carfagna e Romolo Sticchi. L’artista Dimitri Salonia ha donato una sua opera dedicata alla scienza. Nel corso del workshop sono intervenuti anche Carmelo Picciotto, Presidente della Confcommercio di Messina, Giuseppe Ruggeri, medico e giornalista, Giovanni Pioggia, Responsabile Irib-Cnr di Messina, Dimitri Salonia, artista e divulgatore scientifico, Mariateresa Caccamo, Ricercatrice Mift, Gianluca Rossellini, giornalista Ansa e Corriere.it e Antonio Ivan Bellantoni, giornalista e avvocato.

(140)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Contenuto protetto.