In duemila per dire no all’inceneritore della Valle del Mela

Inceneritore mela nuovoIl maltempo di ieri non li ha fermati. A dire no all’inceneritore alla Centrale “Edipower” erano circa duemila, a Milazzo, le cui vie principali sono stata affollate da quanti, tanti, hanno aderito alla manifestazione. Nessun tumulto, un corteo composto è sfilato per contrastare insediamenti industriali nell’area del Mela. Anzi, vogliono la bonifica di quel territorio infestato da gas e fumi inquinanti.

Tutte le associazioni che hanno organizzato la manifestazione erano compatte, nessuna primogenitura vantata per un obiettivo comune: liberare la valle del Mela.

Su un comunicato del senatore di Sinistra Italiana, Francesco Campanella, si legge: ” Una politica regionale incapace di fornire risposte e di trovare soluzioni alternative non può continuare a fingere di non vedere e di non sentire ciò che i siciliani stanno dicendo con estrema chiarezza. L’assessore Contrafatto vada tra la gente, incontri le donne della strada delle parrucche di San Filippo del Mela, parli con chi si è già sottoposto a più cicli di chemioterapia. E poi trovi – e la trovi subito – una strada alternativa alla combustione dei rifiuti siciliani, che nella stragrande maggioranza dei casi non sono nemmeno differenziati. L’inceneritore non è la soluzione. E domani nessuno potrà fingere di non sapere”.

(66)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *