consiglio comunale

Il Consiglio Comunale dice NO all’aumento della TARI: bocciata la delibera dell’Amministrazione

Pubblicato il alle

1' min di lettura

Il Consiglio Comunale ha bocciato la delibera dell’Amministrazione sulla Tari 2021. Dopo quasi cinque ore di dibattito in Aula, il Civico Concesso ha detto NO al nuovo piano Tari a Messina che prevedeva un aumento di circa 6 milioni di euro rispetto allo scorso anno, con il conseguente aumento del 9% della tariffa da pagare per i cittadini. Un KO pesante per De Luca e la sua Giunta, che conferma ancora una volta come Consiglio e Amministrazione viaggino su due binari paralleli.

Cosa succederà ora?

Il vicesindaco Carlotta Previti aveva spiegato che «è necessario approvare le tariffe 2021 per dare continuità e rilancio al servizio che, piaccia o non piaccia è avviato, funziona, deve andare a regime e migliorare».

Il Piano economico finanziario, ha annunciato l’assessore Dafne Musolino, verrà ripresentato.

La questione, quindi, non è ancora chiusa e nelle prossime settimane potremo assistere a nuovi accesi dibattiti.

Bocciata la delibera TARI: i voti

Il Consiglio comunale ha bocciato la proposta di delibera dell’Amministrazione con dieci i voti contrari, otto favorevoli e un astenuto.

Nel dettaglio, i contrari sono stati:

Andrea Argento, Biagio Bonfiglio, Cristina Cannistrà, Giuseppe Fusco, Gaetano Gennaro, Giandomenico La Fauci, Paolo Mangano, Francesco Pagano, Alessandro Russo e Antonella Russo.

I favorevoli:

Ciccio Cipolla, Alessandro De Leo, Serena Giannetto, Pierluigi Parisi, Nello Pergolizzi, Giuseppe Schepis e Rita La Paglia

Astenuto il Presidente del Consiglio Comunale, Claudio Cardile.

 

(180)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Contenuto protetto.