progetto filo di arianna

Al via “Filo d’Arianna”: 30 ragazzi con disagio diventano filmmaker tra Taormina e Tindari

Pubblicato il alle

3' min di lettura

Ciak, si gira! Al via a Taormina le riprese del primo degli 8 cortometraggi che vedranno protagonisti i 30 ragazzi con disagio del progetto “Filo di Arianna”. Dopo il corso tenutosi nelle scorse settimane, i giovani si sono trasformati in una vera e propria troupe cinematografica, ognuno con un ruolo diverso in base alle proprie attitudini. Davanti alla telecamera le storie difficili, che hanno vissuto, raccontato e sceneggiato loro stessi.

Di cosa stiamo parlando? Del progetto “Filo di Arianna” del Centro studi “Dismed Ets”, ente del terzo settore presieduto da Filippo Livio, che punta a utilizzare il cinema come mezzo terapeutico. Nelle scorse settimane si è infatti svolto il corso di filmaking che ha preparato 30 ragazzi con disagio, con storie difficili alle spalle, a realizzare insieme dei cortometraggi. I giovanissimi, si sono quindi oggi trasformati in registi, fonici, segretari e direttori di produzione, direttori di fotografia, costumisti, fotografo di scena, operatore, assistenti di produzione, macchinisti, parrucchieri, attori. Le storie cui daranno vita sono quelle che loro stessi hanno vissuto, raccontato e sceneggiato per trasformarle in otto cortometraggi e, in qualche modo, elaborarle a livello più personale.

A guidare i ragazzi nella realizzazione degli otto cortometraggi che saranno girati nei prossimi giorni in provincia di Messina, tra Tindari e Taormina, il regista Massimo Guglielmi e l’attore Carmelo Bacchetta. Oggi sono iniziate le riprese a Taormina che hanno visto davanti alla telecamera Giulia, Aurora, Demetrio e Federico, attori attentissimi, che hanno dato vita al copione. 

Obiettivo del progetto elaborato dal Centro studi “Dismed Ets”  è quello di stimolare i partecipanti, adolescenti e preadolescenti con disagio, a raccontare un’esperienza di vita o a elaborare una propria idea narrativa in linea con il linguaggio cinematografico attraverso le tecniche e le competenze di tutte le principali professionalità del cinema.

Il corso di filmaking è stato ideato, coordinato e diretto dal regista Massimo Guglielmi, allievo di Umberto Eco e navigato regista italiano, e si avvale anche dell’esperienza della neuropsichiatra Antonella Gagliano professore associato di neuropsichiatria infantile presso l’Università di Catanzaro. A patrocinare e a sostenere economicamente l’ iniziativa l’ assessorato regionale alla Sanità. Main sponsor il gruppo Caronte & Tourist. Ci sono poi i patrocini gratuiti di diversi enti: dal Comune, alla Città metropolitana, all’ Ente teatro. Oggi a partecipare gratuitamente alle riprese, gli attori Giovanna Manetto, Giovanni Cundrò, Aurora Grasso, Federica Giglia.

(101)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Contenuto protetto.