Il 30 Gennaio sciopero dei lavoratori bancari. Lunedì assemblea al Comune

Sciopero-bancheA sostegno del diritto al rinnovo del CCNL e contro la decisione unilaterale di ABI di dare disdetta e successiva disapplicazione dei contratti collettivi di lavoro dal 1 aprile 2015. È questa la motivazione che il prossimo 30 gennaio porterà allo sciopero i lavoratori bancari aderenti a Dircredito, Fabi, Fiba Cisl, Fisac Cgil, Sinfub, Ugl e Uilca. Le motivazioni dello sciopero saranno al centro dell’assemblea con i lavoratori e le lavoratrici degli istituti di credito convocata per lunedì 26 gennaio presso il Salone, al salone delle Bandiere del Comune di Messina, con inizio alle 14:45.

Il contratto nazionale – si legge nel documento delle organizzazioni sindacali – deve rimanere primo elemento di diritto non derogabile, a difesa dell’occupazione e dell’Area Contrattuale. Il bancario non è un numero senza volto, ha una storia, una carriera, una professionalità e il diritto di difendere il potere d’acquisto dei salari e la dignità del lavoro. I lavoratori bancari vogliono rimanere “al servizio del Paese, contro l’egoismo dei banchieri al fianco dei clienti e dei risparmiatori”.
Venerdì 30 gennaio si terranno quattro grandi manifestazioni di lavoratrici e lavoratori a Milano, Ravenna, Roma e Palermo.

(62)

Categorie

Attualità

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *