geobartens sbarco di migranti a catania

Humanity 1 e GeoBarents, scendono a Catania i primi migranti. Soumahoro: «Sbarchi selettivi»

Pubblicato il alle

3' min di lettura

Sono 144 le persone che hanno lasciato la Humanity 1, 357 la Geo Barents, per scendere a Catania; ma a bordo della prima nave sono rimasti in 35 migranti, 215 sulla seconda. Si è acceso così lo scontro tra il Governo Meloni, rappresentato dal Ministro degli Interni, Matteo Piantedosi, e il centrosinistra, rappresentato dal deputato di Verdi e Sinistra Italiana, Aboubakar Soumahoro. Per quest’ultimo, l’esecutivo avrebbe attuato uno «sbarco selettivo» e violato, tra le altre cose, il diritto all’asilo.

Cos’è successo? Nei giorni scorsi la nave Humanity 1, della Ong “Sos Humanity”, e la Geo Barents, di Medici senza frontiere, sono approdate a Catania con a bordo rispettivamente 179 e 572 persone. Sulla base del nuovo decreto approvato dal Governo Meloni, sono stati fatti sbarcare solo minori, donne incinte e persone che necessitavano di cure sanitarie. A contestare tale decisione, in prima linea, il comandante della Humanity 1, Joachim Ebeling: «Ci è stato ordinato di lasciare il porto di Catania – ha affermato. Ma io non posso, dobbiamo trovare una soluzione qui. Sarebbe contro le leggi andare via con i sopravvissuti, come mi ha spiegato il mio legale».

Dalla parte del Comandante, il parlamentare di Sinistra Italiana, Aboubakar Soumahoro, che preannuncia il possibile ricorso alle vie legali: «Selezionare naufraghi è in contrasto con Convenzione ONU diritto del mare. La mancanza di mediatori culturali, inoltre, crea vizi di forma nella procedura. Se i restanti naufraghi verrano respinti, violando art.19, impugneremo questa decisione in tutte le sedi opportune».

Non è tardato il commento del Ministro alle Infrastrutture, il leader della Lega, Matteo Salvini: «Questi sono viaggi organizzati – ha detto alla trasmissione “Non stop news” su Rtl 102.5. Chi è a bordo di quelle navi paga circa 3mila dollari, che diventano armi e droga per i trafficanti. Sono viaggi organizzati sempre più pericolosi. Bisogna stroncare il traffico non solo di esseri umani che è già grandissimo, ma di armi e droga legato al traffico di esseri umani».

Un ultimo aggiornamento sulla Geo Barents arriva da Diego Bianchi, conduttore di PropagandaLive su La7: «Stanotte è stato portato via un ragazzo con l’ambulanza. Il “carico residuale” scende da 215 a 214. Casi di scabbia ancora a bordo. Servizi igienici momentaneamente senza acqua».

Nel frattempo, la Ong Sos Humanity ha presentato un ricorso al Tar contro i provvedimenti del Governo perché violerebbero «il diritto internazionale e italiano». Ora non resta che attendere la decisione del Tribunale Amministrativo.

(Foto reperita sul profilo del deputato Aboubakar Soumahoro)

(54)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Contenuto protetto.