Frana ad Acqualadrone. Il consigliere Biancuzzo: «Avevo già chiesto interventi»

Pubblicato il alle

1' min di lettura

Messina. Frana ad Acqualadrone, sulla strada che dalla Strada Statale 113 porta al villaggio: a segnalarlo il consigliere della Sesta Circoscrizione, Mario Biancuzzo, che aveva già avvisato del pericolo l’Amministrazione comunale in passato.

La frana, verificatasi nella notte, è stata causata dal crollo di un arbusto di fichi d’India, staccatosi dalla parete, che ha trascinato con sé grosse pietre e altri detriti, invadendo la strada, che è diventata quasi impercorribile.

«Mi sono recato sul posto questa mattina – ha scritto Biancuzzo nella nota indirizzata all’Amministrazione comunale – e ho già allertato telefonicamente la Protezione Civile. Avevo già chiesto l’invio di un mezzo meccanico per eliminare il pietrame e tutti i detriti che si trovavano sulla strada». Il Consigliere aveva mandato, infatti, un’altra nota per chiedere interventi, appena qualche giorno fa, prima dell’accadimento.

Strada comunale prima della frana
Strada comunale prima della frana

La situazione era, come si può vedere dalla foto, già critica: «Gli automobilisti per evitare i detriti che si trovavano sulla strada devono invadere la corsia opposta e mettere in pericolo la propria e altrui incolumità».

Per scongiurare altri danni il consigliere Biancuzzo ha inviato, oggi, una nuova interrogazione: «Chiedo anche l’eliminazione degli alberi di acacia che crescono spontaneamente e la scerbatura di tutta la strada comunale, l’unica che collega il villaggio di Acqualadrone alla Strada Statale».

(236)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Contenuto protetto.