Ferragosto. Capitaneria di Porto: saranno i Comuni a “disciplinare” i falò

Pubblicato il alle

2' min di lettura

OLYMPUS DIGITAL CAMERA
OLYMPUS DIGITAL CAMERA

La notte di ferragosto si avvicina. E, con la notte di ferragosto, arrivano, puntuali, i falò in spiaggia.

Disciplinarli per evitare problemi o pericoli è l’interrogativo di ogni anno. Interrogativo a cui quest’anno ha dato una risposta il capitano di vascello, Antonino Samiani, comandante della Capitaneria di porto di Messina,  che ha illustrato in una nota indirizzata ai comuni di Taormina, Scaletta, Forza d’Agrò, S. Teresa di Riva, Furci Siculo, Nizza di Sicilia, S. Alessio, Giardini Naxos, Letojanni e Messina.

“Come ogni anno – scrive Samiani –, nei giorni a cavallo di Ferragosto torna in auge la tradizione dell’accensione dei falò in spiaggia, che presenta rischi per la pubblica incolumità. Tale pratica – aggiunge – procura un notevole degrado delle spiagge dovuto alle rilevanti quantità di rifiuti che vengono abbandonati sull’arenile, molti dei quali pericolosi a tutti coloro che nei giorni seguenti fruiscono delle spiagge”.

“In considerazione dell’enorme difficoltà a debellare tale fenomeno – sottolinea il comandante della Capitaneria –, e fermo restando le competenze degli enti locali a garantire la pulizia delle spiagge dettate dalla normativa vigente le Amministrazioni civiche valuteranno l’opportunità di adottare adeguati provvedimenti volti alla disciplina e al contenimenti del fenomeno. Anche attraverso l’individuazione di siti, provvedendo successivamente alla pulizia ed al ripristino dei litorali interessati attraverso la rimozione di tutti i rifiuti e delle braci ardenti abbandonate”.

Samiani conclude la nota specificando che saranno le autorità alle quali è stato indirizzato il documento a valutare “l’opportunità di interessare le forze dell’ordine che operano sul territorio a tutela della pubblica incolumità”.

Il documento della Capitaneria di Porto è stato inoltrato, per conoscenza, anche alla Prefettura, alla Questura, all’Ufficio locale marittimo di Giardini Naxos e all’assessorato Territorio e Ambiente della Regione siciliana.

(385)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  1. Accendere falò sulle spiagge è reato ,non capisco le delucidazioni del comandante Samiani

error: Contenuto protetto.