Federica e Filippo: da Milano a Messina per amore… della Sicilia e dei suoi prodotti

Pubblicato il alle

6' min di lettura

Ci sono giovani che decidono di fare la valigia e andare via da Messina. Ma c’è anche chi questo viaggio lo fa al contrario, scegliendo di venire a vivere proprio nella città dello Stretto. È la storia di Federica e Filippo, due ragazzi che hanno deciso di lasciare Milano, venire a vivere in Sicilia e investire sulla nostra isola, lanciando un e-commerce di prodotti tipici che sono venduti in tutto il mondo. Ma procediamo per ordine.

Il filo conduttore di questa storia è uno solo: l’amore. «Appa Messina è un e-commerce di prodotti tipici siciliani, principalmente messinesi e ha l’obbiettivo di portare la Sicilia fuori dalla Sicilia – ci racconta Federica Mari. Un progetto nato per un grande amore mio verso questa terra fantastica». Federica, infatti, è nata e cresciuta a Milano ma fin da piccola trascorreva le vacanze estive a Messina, dove viveva il nonno materno.

Al suo fianco in questa avventura c’è Filippo Saleri. «Oltre ad essere una coppia da ben 9 anni, siamo anche una coppia lavorativamente parlando – continua Federica. Filippo si è lasciato trascinare in questa avventura, innamorandosi anche lui sia di Appa Messina che della Sicilia».

Insieme questi due giovani hanno messo su un e-commerce, andato online il 4 luglio 2021, che è un viaggio tra i sapori eccezionali della Sicilia, reso possibile grazie alla collaborazione con aziende agricole del territorio selezionate con cura.

«Filippo ha i suoi compiti: gestione ordini, calcoli, contabilità, spedizioni, sito e contatto con il commercialista. Io mi occupo della parte social e comunicazione, eventi, rapporto con i clienti e ricerca nuovi fornitori».

Milano VS Messina

Lasciare una città come Milano per vivere e fare impresa a Messina non è una scelta comune, ma Filippo e Federica ce l’hanno fatta, con impegno, determinazione e passione, nonostante le difficoltà che hanno incontrato sul loro cammino. «Il mio rapporto con Messina è sempre stato molto forte fin da quando ero piccola e venivo semplicemente il mese di agosto in vacanza. Me ne sono subito innamorata nonostante non ci avessi mai vissuto veramente. Io e Filippo stiamo vivendo qui da quasi un anno e devo dire che ci sono tante, tante criticità e disservizi però si sta bene, la vita è sicuramente meno cara che a Milano e i rapporti con le persone sono più veri. A livello di servizi, organizzazione e opportunità non è paragonabile e non si può neanche fare il paragone con Milano ma per adesso va bene così».

A Messina Federica ha anche portato avanti il suo percorso di formazione, svolgendo il periodo di pratica per diventare avvocato e Filippo, grazie allo smart working, riesce a lavorare dalla città dello Stretto per la maggior parte del tempo. «Appa, la nostra creatura, ha bisogno che per adesso siamo presenti sul posto».

E propri per questo posto Federica si impegna ogni giorno. «Cerco nel mio piccolo di dare un contributo per fare andare meglio le cose a livello locale. Mi batto molto per la vallata di Santo Stefano, affinché le cose funzionino meglio e vengano sistemate e devo dire che molte cose si stanno muovendo e di questo sono molto contenta». Federica, infatti, l’abbiamo conosciuta proprio nella piazza di Santo Stefano Briga, durante una manifestazione finalizzata a riaccendere i riflettori sulla mancanza di una strada in grado di garantire un collegamento degno di questo nome tra la vallata con la strada statale 114.

I giovani e il coraggio di fare impresa in Sicilia

Fare impresa non è semplice. «Ci vuole tanta dedizione, costanza e determinazione. Avere un e-commerce non è facile come tanti credono anzi, ma noi ce la mettiamo tutta anche sbagliando a volte. È molto complicato gestire tutto e fare in modo che le cose righino dritte. Quando ci sono (e menomale che ci sono!) molti ordini è veramente difficile ma è bellissimo quando riceviamo messaggi dei clienti contenti e soddisfatti o quando la gente ci ferma per strada per farci i complimenti.

Noi ci mettiamo la faccia in tutto, anche sul nostro sito, se uno sbircia, vede subito noi. Spesso un sito web può creare distanza, invece quello che vogliamo è che la gente conosca noi, la nostra storia e si possa fidare».

Ma com’è un anno tipo di Appa Messina? «L’anno di un e-commerce è molto variabile – spiega Federica. Diciamo che da settembre a maggio abbiamo lavorato molto bene, a volte superando le nostre aspettative. I mesi estivi, invece, sono molto tranquilli: la gente parte, giustamente non pensa ad acquistare cibo online. Questi mesi di calma, però, ci servono per riorganizzare e sistemare cose che non vanno bene, cercare di migliorare i prodotti, le etichette, le confezioni… non si è mai fermi!

Durante l’anno facciamo anche molte fiere a Milano e quelle personalmente mi piacciono moltissimo perché c’è il rapporto diretto con cliente: è un banco di prova».

E se le chiedi i progetti per il futuro Federica risponde così: «Desideriamo che continui a crescere e che sempre più persone ci conoscano. Sicuramente uno degli obbiettivi è arrivare bene in alcuni paesi esteri. Altro obbiettivo è avere tutto quanto brandizzato Appa Messina. C’è tanto da lavorare e anche tantissima concorrenza ma noi andiamo avanti per la nostra strada, avendo le idee ben chiare e cercando di dare il massimo al cliente con educazione, serietà, costanza e determinazione.

I momenti di sconforto?  Ci sono e ci saranno sempre soprattutto perché a fare tutto siamo solo noi due, ma questa è anche la nostra forza!».

(6249)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  1. Complimenti e portate avanti sempre le vostre idee con la stessa determinazione

error: Contenuto protetto.