Fase 2. Venerdì 8 maggio riaprono le ville comunali di Messina: le regole da seguire

Foto 06 Villa Mazzini, MessinaÈ online l’ordinanza di riapertura delle ville comunali di Messina. Il documento, pubblicato stamattina e firmato dal sindaco Cateno De Luca, disciplina l’accesso alle aree a verde che riapriranno venerdì 8 maggio e stabilisce alcune regole per assicurare il mantenimento della sicurezza in un’ottica di contenimento del coronavirus.

Venerdì 8 maggio inizierà la fase 2 anche per le ville comunali di Messina. Dopo gli interventi di pulizia e sanificazione avviati questa settimana, tra qualche giorno sarà possibile fare una passeggiata o andare a correre a villa Dante, villa Mazzini, villa Sabin, villetta Quasimodo (Royal), villetta Castronovo.

L’accesso alle ville comunali di Messina sarà consentito in determinate fasce orarie e a determinate condizioni finalizzate a garantire la sicurezza. A occuparsi di vigilare sull’osservanza delle misure sanitarie saranno gli stessi custodi delle aree a verde interessate.

Ma vediamo, punto per punto, come sarà possibile fruire delle ville comunali di Messina dall’8 al 18 maggio 2020.

Quali ville riaprono a Messina e quali orari seguiranno

Come anticipato, a partire da venerdì 8 maggio a Messina saranno aperte le seguenti ville comunali:

  • Villa Dante;
  • Villa Mazzini;
  • Villa Sabin;
  • Villetta Quasimodo (Royal);
  • Villetta Castronovo.

Orari di apertura

Le ville e villette in questione saranno aperte tutti i giorni, dal lunedì alla domenica, nei seguenti orari:

  • mattina – dalle ore 9.00 alle ore 13.00;
  • pomeriggio – dalle ore 16.00 alle ore 20.00.

L’accesso alle ville è consentito da tutte le porte, con eccezione  di Villa Dante in cui gli unici varchi di accesso sono quelli siti in via Lucania a nord, e di via San Cosimo a sud.

Le regole da seguire all’interno delle ville di Messina

Per garantire la sicurezza di tutti, l’ordinanza stabilisce alcune regole di “convivenza” all’interno delle ville comunali di Messina.

  • È obbligatorio rispettare la distanza interpersonale di un metro e indossare le mascherine protettive sempre negli spazi chiusi. Negli spazi aperti, occorre avere con sé le mascherine per poterle indossare in situazioni in cui non sia possibile rispettare la distanza interpersonale;
  • Non sono obbligati a indossare le mascherine i bambini al di sotto dei sei anni, nonché i soggetti con forme di disabilità non compatibili con l’uso continuativo della mascherina ovvero i soggetti che interagiscono con i predetti;
  • Sono vietati gli assembramenti;
  • È obbligatorio osservare, anche quando si accede agli spazi aperti e vi si svolgono le attività consentite, le altre misure generali di prevenzione igienico sanitaria (lavarsi spesso e con cura le mani, anche utilizzando soluzioni idroalcoliche per il lavaggio delle mani; starnutire e/o tossire in un fazzoletto; non bere da bicchieri e bottiglie usati da altre persone; non toccarsi occhi, naso e bocca con le mani; pulire le superfici con disinfettanti a base di cloro o alcol).
  • È vietato organizzare eventi o attività ludiche o ricreative (manifestazioni, partite, giochi di gruppo) all’interno delle ville;
  • È vietato stare all’interno delle ville per più di 2 ore consecutive. Saranno i custodi a intervenire nel caso questa regola non venga rispettata.

Queste stesse regole varranno, quando riapriranno, anche per i parchi e per i giardini pubblici.

Chi non può accedere alle ville

È vietato accedere alle ville comunali di Messina per chi:

  • È sottoposto a quarantena ovvero è risultato positivo al virus;
  • Ha sintomi da infezione respiratoria e febbre (maggiore di 37,5° C).

È invece sconsigliato, si legge nell’ordinanza, entrare nelle ville comunali: «alle persone anziane o affette da patologie croniche o con multimorbilità ovvero con stati di immunodepressione congenita o acquisita, alle quali si raccomanda di evitare di uscire dalla propria abitazione o dimora, se non nei casi di stretta necessità».

Pulizia, sanificazione e controlli

Per quel che riguarda la pulizia delle ville, MessinaServizi Bene Comune provvederà ad assicurare durante i giorni di apertura lo svuotamento continuo dei cestini. La sanificazione, sempre da parte dell’Azienda, verrà effettuata a giorni alterni.

Ad eseguire i controlli sul rispetto dell’ordinanza saranno la Polizia Municipale e la Polizia Metropolitana di Messina.

Sanzioni

Chi violi le regole espresse nell’ordinanza sindacale n. 145, che regola, appunto, l’accesso alle ville comunali di Messina, potrà essere multato con la sanzione amministrativa del pagamento di una somma da 400 euro a 3.000 euro.

(290)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *