Enrica Carnazza trasferita dal Dipartimento Cultura all’anagrafe: Russo chiede spiegazioni

Alessandro Russo Consigliere Comunale di MessinaDal Dipartimento Cultura al servizio anagrafe di una circoscrizione cittadina: è questo lo spostamento di ruolo toccato alla dipendente del Comune di Messina Enrica Carnazza che ha fatto storcere il naso a molti. Tra questi, il consigliere comunale Alessandro Russo, che ne chiede conto e ragione al sindaco Cateno De Luca.

È di qualche giorno fa la notizia che una dipendente del Dipartimento Cultura del Comune di Messina, Enrica Carnazza, sarà trasferita al servizio anagrafe di una circoscrizione cittadina. Notizia che, come anticipato, ha stupito il consigliere del PD Alessandro Russo che, con un’interrogazione, ha voluto chiedere spiegazioni al sindaco Cateno De Luca.

«La dipendente Enrica Carnazza – si legge nell’interrogazione – ha svolto negli anni precedenti e ancora fino alla data odierna con grande efficienza e professionalità  un ruolo molto rilevante nella gestione delle politiche culturali del Comune di Messina, facendo aderire l’Ente a iniziative culturali di grande spessore e rilievo internazionale, che hanno negli anni dato a Messina lustro e riconoscibilità nei più importanti percorsi culturali contemporanei.

Sempre nel quadro delle attività svolte dalla dipendente Carnazza, la stessa è stata responsabile della Film Commission del Comune di Messina, contribuendo alla individuazione della nostra città come location di film e iniziative cinematografiche riconosciute, oltre che promuovendo la settima arte anche tra i talenti della nostra città.

Che nella qualità dell’ufficio dei Giovani Artisti (GAI) del Comune, la dipendente Carnazza ha contribuito al lancio e all’affermazione anche internazionale di giovani artisti messinesi, che hanno potuto godere del sostegno dell’amministrazione nell’affermazione dei loro talenti, così come si è costruito a Messina un nutrito set di iniziative culturali che hanno attratto, fino a poco tempo fa, grandi talenti artistici internazionali, che su Messina hanno lavorato e hanno contribuito a rendere nota la nostra comunità anche a pubblici molto distanti».

Fatte queste premesse, Russo chiede perché la dipendente sia stata trasferita dal Dipartimento Cultura al servizio anagrafe di una circoscrizione cittadina e, soprattutto «se l’Amministrazione ritenga opportuno e utile per l’Ente sguarnire un ufficio di programmazione culturale del Comune delle competenze tecniche e professionali di una dipendente che così meritevolmente ha contribuito alla realizzazione di attività artistiche che hanno contribuito alla fama della città di Messina».

(372)

1 Commento

  • BART66 ha detto:

    IL SIGNOR RUSSO SA BENISSIMO SUI TRASFERIMENTI FATTI A CAZ……… DAL COMUNE DI MESSINA DI CUI ANNO VOTATO QUESTA DELIBERA TUTTI I CONSIGLIERI DICO TUTTI .LA SIGNORA CARUBBA DOVREBBE VALUTARE I TRASFERIMENTI DEL PERSONALE MA AL SOLITO …………………………..

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *