Emergenza Ucraina, volontari e profughi viaggiano gratis sullo Stretto di Messina

Pubblicato il alle

2' min di lettura

A stabilirlo è un’ordinanza della Protezione Civile nazionale: i cittadini ucraini e in generale i soggetti provenienti dall’Ucraina che entrano nel territorio italiano possono viaggiare gratis su treni, navi e autostrade (ma per un periodo limitato di tempo). Anche Caronte&Tourist, compagnia di navigazione attiva nel trasporto sullo Stretto di Messina, ha quindi dato disposizioni in tal senso: «Come tutti, oltre allo sconvolgimento, sin da subito abbiamo sentito forte la volontà oltre che la responsabilità di fare qualcosa di concreto».

Nello specifico, lordinanza n. 876 redatta dalla Protezione Civile il 13 marzo 2022 dispone che «i cittadini ucraini provenienti dall’Ucraina e i soggetti comunque provenienti dall’Ucraina, che entrano nel territorio nazionale in conseguenza degli accadimenti in atto, possono viaggiare gratuitamente per raggiungere il primo luogo di destinazione o di accoglienza, entro il termine massimo di 5 giorni dal loro ingresso» sui treni della società Trenitalia che effettuano servizio di Intercity, Eurocity e Regionale, sulla rete autostradale nazionale e sui servizi di trasporto marittimo per le isole. La Caronte&Tourist ha recepito l’ordinanza estendendo però il termine indicato dalla Protezione Civile da cinque a sette giorni.

Come fare domanda

Presentando apposita istanza, spiegano dalla Compagnia di navigazione, i cittadini ucraini e tutti i soggetti provenienti dall’Ucraina che entrano nel territorio italiano nei precedenti sette giorni, possono richiedere il transito per i collegamenti serviti dal Gruppo, in particolare sulle linee identificate utili a facilitare tali flussi umanitari come quella dello Stretto di Messina e la linea Messina-Salerno.

Possono fare domanda per viaggiare gratuitamente sulle linee di Caronte&Tourist anche le associazioni, le famiglie e gli altri soggetti privati che stanno partendo volontariamente dalla Sicilia verso diverse regioni italiane per ospitare profughi o per portare aiuti al popolo ucraino.

L’istanza va inviata all’indirizzo e-mail servizioclienti@carontetourist.it, riportando la data e la motivazione del viaggio, la tipologia del veicolo e la targa. Ogni richiesta, sottolineano dall’Azienda, verrà valutata singolarmente e, se conforme alle indicazioni, autorizzata.

(67)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Contenuto protetto.