Elezioni Rettore Università di Messina: al via le operazioni di scrutinio

Pubblicato il alle

1' min di lettura

Si è conclusa alle 20 di ieri sera la seconda votazione per l’elezione del Rettore dell’Università degli Studi di Messina per il sessennio 2023/2029. A partire dalle ore 8:30 di oggi, invece, sono previste le operazioni di scrutinio.

È stato espresso l ‘ 88,53% dei voti equivalenti, pari a 1197 voti sui 1352 complessivi. È stato superato, quindi, il quorum richiesto di 677 aventi diritto al voto equivalenti e l’elezione è stata dichiarata valida.

A conclusione dello spoglio presso ciascun seggio, il Presidente del seggio n.1, Prof.ssa Cinzia Ingratoci,  ricevuti i plichi elettorali,  procederà a collazionarne i risultati  e avvierà lo scrutinio  del seggio n.1.

Affinché uno dei due candidati – il prof. Michele Limosani (ordinario di Politica economica) e la prof.ssa Giovanna Spatari (ordinaria di Medicina del Lavoro) – venga proclamato Rettore, dovrà ottenere la maggioranza dei voti validamente espressi.

Alle ore 20 di ieri (chiusura seggi) hanno votato 2540 aventi diritto, votanti equivalenti 1197, così suddivisi:

  • 970 tra docenti, ricercatori TD (art. 24 comma 3, lett. B) e dirigenti amministrativi;
  • 129 ricercatori TD (art. 24 comma 3, lett. a), voti equivalenti 39;
  • 788 tra componenti del personale T-A, lettori e collaboratori esperti linguistici, voti equivalenti 185;
  • 653 tra studenti, dottorandi, assegnisti e specializzandi, voti equivalenti 3.

 

(291)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Contenuto protetto.