biagio conte

È morto Biagio Conte, missionario laico di Palermo: la sua vita dedicata agli ultimi

Pubblicato il alle

2' min di lettura

È morto questa mattina a 59 anni Biagio Conte, fondatore della “Missione di Speranza e Carità” e di nove comunità tra Palermo e provincia. Missionario laico, ha trascorso tutta la vita in prima linea, in difesa degli ultimi, di chi aveva più bisogno. Oggi la Sicilia tutta lo ricorda con affetto. Tanti, infatti, i messaggi di vicinanza arrivati in queste ore.

Chi era Biagio Conte? La sua storia ce la racconta l’Ansa. Nato a Palermo nel 1963, Biagio Conte ha avuto una vita piuttosto movimentata. Dopo aver abbandonato la scuola a 16 anni per lavorare nella ditta di famiglia, ha lasciato la sua città nel 1983 per trasferirsi a Firenze e poi, nel 1990, ha scelto una vita isolata, da eremita, nelle montagne dell’entroterra siciliano. In quegli anni, poi, il viaggio a piedi verso Assisi. Preoccupati per lui, i genitori hanno interpellato Chi l’ha visto portandolo a tornare a Palermo. Da lì sarebbe dovuto partire per l’Africa, ma ha deciso invece di rimanere nella sua città dopo aver visto le condizioni in cui si trovano le persone povere e indigenti del capoluogo siciliano. A Palermo ha quindi fondato nel 1993 la “Missione di Speranza e Carità” e poi nove comunità in provincia. Sulla figura del missionario laico è stato girato anche un film intitolato “Biagio”, dal regista palermitano Pasquale Scimeca.

Si è spento oggi, 12 gennaio 2023, a 59 anni, a causa di una grave malattia. Attorno a lui si sono stretti fino all’ultimo i volontari e gli ospiti della comunità che aveva fondato. Nella Missione questa mattina è prevista la visita del vescovo di Palermo Corrado Lorefice.

(117)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Contenuto protetto.